Il Santo del giorno 20 Ottobre

a cura di Edizioni Paoline

S. Maria Bertilla Boscardin, suora

Spende la sua vita nella donazione e nella semplicità

Nasce in una famiglia di modesti agricoltori il 6 ottobre 1888, nella piccola contrada di Gioia di Brendola, in provincia di Vicenza. Passa l'adolescenza coltivando i campi paterni e lavorando come domestica nelle case del borgo. Una spiritualità mariana la caratterizza fin da giovane. Il catechismo di Pio XI è particolarmente amato da Bertilla, che lo porta sempre con sè. Nel 1905 entra tra le Maestre di S. Dorotea, a Vicenza. Terminato il periodo di noviziato, Maria Bertilla è inviata come tirocinante prima, poi come infermiera, presso l'ospedale di Treviso. In questo ambiente, con il suo esempio e con la sua carità, avvicina molti malati alla fede. Nel 1910, all'età di 22 anni, deve subire un intervento per l'asportazione di un tumore. Si riprende e ritorna al suo lavoro di infermiera a Treviso, a Como e a Viggiù e infine di nuovo a Treviso. Ma il tumore si riproduce e la costringe a sopportare gravi sofferenze, la prostra riducendola spesso in uno stato di grande debolezza. Spende la sua vita nella donazione e nella semplicità. Muore il 20 ottobre 1922. L'11 maggio 1961 Giovanni XXIII la proclama santa.

Altri santi: S. Irene del Portogallo, S. Cornelio, S. Saturnino, S. Maddalena, S. Leopardo

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Fare

attività (s.m.), lavoro (s.m.), azione (s.m.), operosità (s.m.), comportamento (s.m.), atteggiamento (s.m.), modo (s.m.), maniera (s.m.), portamento (s.m.), tono (s.m.), contegno (s.m.), inizio (s.m.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«La pietà non è naturale all'uomo: i bambini e i selvaggi sono sempre crudeli. La pietà viene acquisita e migliorata tramite l'esercizio della ragione. Possiamo provare disagio vedendo una creatura che soffre, senza provare pietà: ma non abbiamo pietà a meno che desideriamo soccorrerla.»

Samuel Johnson