Il Santo del giorno 20 Dicembre

a cura di Edizioni Paoline

S. Domenico di Silos, monaco benedettino

Monaco benedettino e sacerdote

Nasce intorno al 1000, a Cañas, nella Navarra. Prima di essere accolto fra i benedettini, fa per vari anni il pastore, maturando nella solitudine la vocazione monastica. Diventa poi sacerdote e viene eletto priore. Dimostra di essere guida sapiente e uomo di cultura. Eletto priore della celebre abbazia di San Milàn de la Cogolla, si trova subito in contrasto con il re del piccolo regno della Navarra, Garcia III. Costui, a corto di denaro, impone all'abbazia una esosa tassa, cancellando ogni privilegio concesso ai monaci, che vivevano lavorando la terra e ne davano i frutti anche alla moltitudine di poveri che ogni giorno assiepavano la piazza antistante. L'Abate Domenico è irremovibile di fronte alle pretese dell'avido sovrano, il quale si vendica espellendolo dal suo regno. Ma viene accolto da Ferdinando I, re della Castiglia, e inviato al monastero di S. Sebastiano. Si adopera per ristrutturare gli edifici e per incrementare le opere di carità, soprattutto la liberazione degli schiavi, catturati dai mori. Muore nel 1073.

Altri santi: S. Liberato, Sant'Abramo, S. Coren

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Felicità

contentezza (s.f. inv.), soddisfazione (s.f. inv.), gratificazione (s.f. inv.), piacere (s.f. inv.), godimento (s.f. inv.), appagamento (s.f. inv.), compiacimento (s.f. inv.), allegria (s.f. inv.), gioia (s.f. inv.), spensieratezza (s.f. inv.), gaiezza (s.f. inv.), festosità (s.f. inv.)...

Leggi tutto >>

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963