Il Santo del giorno 20 Novembre

a cura di Edizioni Paoline

S. Edmondo, re e martire

Invocato contro la peste

Nasce intorno all'840 in Inghilterra. A quindici anni sale al trono dell'Anglia orientale. Nell'870 il paese è invaso dai Danesi, di religione pagana, che catturano il re cristiano, lo torturano e lo uccidono nei pressi di Thetford. Proclamato re dal vescovo Umberto di Elman, Edmondo si distingue per il grande coraggio e soprattutto per la carità verso i deboli e i poveri, che assiste personalmente. Saggio legislatore, il suo regno cede di fronte alle pressioni di popoli provenienti dalla Scandinavia. Per evitare spargimento di sangue, scioglie l'esercito dopo una coraggiosa resistenza. Rifiutandosi di sottoscrivere un trattato gravoso per il suo popolo e contrario alla fede cristiana, viene ucciso. Muore pronunciando parole di perdono e il nome di Gesù. E' invocato contro la peste.

Altri santi: S. Felice di Valois, S. Ottavio - S. Cipriano, Sant'Avventore

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Pazzo

matto (agg. e s.m.), folle (agg. e s.m.), squilibrato (agg. e s.m.), demente (agg. e s.m.), mentecatto (agg. e s.m.), scemo (agg. e s.m.), maniaco (agg. e s.m.), psicopatico (agg. e s.m.), paranoico (agg. e s.m.), schizofrenico (agg. e s.m.), alienato (agg. e s.m.), strano (agg. e s.m.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Nessun uomo può criticare o condannare un altro uomo, perché di sicuro nessun uomo ne conosce veramente un altro.»

Sir Thomas Browne