Il Santo del giorno 18 Aprile

a cura di Edizioni Paoline

S. Galdino, vescovo

Arcivescovo di Milano

Cardinale e poi arcivescovo di Milano, secondo le direttive del Papa, nel 1167, accorda pieno appoggio alla Lega Lombarda che si era costituita col giuramento di Pontida, e favorisce la fondazione della città di Alessandria, così chiamata in onore del papa. Cancelliere di Milano nel periodo più cruciale della lotta tra i comuni del nord Italia e Federico Barbarossa, Galdino deve sottrarsi alla vendetta dell'imperatore, che rade al suolo la città di Milano. Quando diviene vescovo del capoluogo, depone i vescovi lombardi che avevano aderito all'antipapa. E soprattutto si adopera per la ricostruzione materiale e spirituale della città, con occhio particolare ai poveri, istituendo per loro quello che verrà chiamato 'il pane di san Galdino', una specie di cucina mobile per sfamare gli indigenti, e una associazione di mutuo soccorso per togliere dal carcere chi era stato imprigionato per debiti. Muore nel 1176 mentre, sul pulpito, sta facendo un discorso contro i càtari e i loro seguaci.

Altri santi: S. Calogero, S. Eleuterio

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Chiaro

luminoso (agg.), lucente (agg.), rilucente (agg.), illuminato (agg.), splendente (agg.), sereno (agg.), azzurro (agg.), limpido (agg.), terso (agg.), limpido (agg.), trasparente (agg.), cristallino (agg.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Caso è forse lo pseudonimo di Dio quando non voleva firmare.»

Anatole France