Il Santo del giorno 27 Ottobre

a cura di Edizioni Paoline

S. Frumenzio, vescovo

Protettore dei negozianti

Frumenzio è venerato come evangelizzatore dell'Etiopia e primo vescovo di Aksum. Secondo la tradizione, nasce a Tiro, in Fenicia, agli inizi del sec. IV e muore ad Aksum intorno al 380. Ancora giovane è condotto schiavo del sovrano dell'Etiopia, ma sa farsi ben volere e diventa segretario. Alla morte del sovrano, la regina lo prega di aiutarla nel governo del regno e nell'educazione dell'erede al trono. Frumenzio è allora investito di grande autorità e si prodiga per favorire la pratica religiosa tra i mercanti cristiani che si trovano a soggiornare nel regno. Terminato il suo compito, si reca ad Alessandria e, data la felice esperienza fatta, Atanasio ritiene di nominarlo vescovo e lo rimanda ad Aksum. Frumenzio esercita con successo il ministero episcopale, ottenendo la conversione di un gran numero di indigeni e dello stesso re Ezana. E' venerato dai negozianti dei quali è protettore. A lui ci si rivolge per acquisire il senso dell'economia quando ci si trova in difficoltà.

Altri santi: S. Namazio di Clermont, S. Teresa Eustochio Verzieri, S. Balsamia

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Ballo

danza (s.m.), giro di danza (s.m.), festa danzante (s.m.), serata danzante (s.m.), festa (s.m.), serata (s.m.), veglione (s.m.), balletto (s.m.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Credo quia absurdum. Credo perché è assurdo.»

Tertulliano