Il Santo del giorno 11 Ottobre

a cura di Edizioni Paoline

S. Alessandro Sauli, vescovo

Vescovo barnabita

Nasce a Milano il 15 febbraio 1534 da una nobile famiglia lombarda. Entra nell'ordine dei Barnabiti e viene ordinato sacerdote. Professore di teologia e brillante predicatore, nel 1567 è eletto superiore generale dell'ordine. Due anni dopo Pio V lo nomina vescovo della diocesi di Alèria, in Corsica. Muore a Calosso d'Asti, durante una visita pastorale, l'11 ottobre 1593. E' canonizzato da Pio X nel 1904. E' consacrato vescovo dal suo amico, Carlo Borromeo, arcivescovo di Milano che è stato anche suo allievo. Nei due decenni in cui opera nell'isola mediterranea, Alessandro consegue risultati straordinari. Con grandi rinunzie sul piano personale e un impegno senza pari, ripristina quella diocesi, completamente decaduta, e ne fa un modello che altri vescovi prendono a imitare. Gli isolani cominciano presto a chiamarlo 'angelo custode e apostolo della Corsica'. Nel 1591 Papa Gregorio XIV gli chiede di farsi carico della diocesi di Pavia. Questo grande uomo di Chiesa muore due anni dopo.

Altri santi: S. Firmino, B. Giovanni XXIII, S. Filippo Diacono, S. Bruno I, S. Meinardo

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Falso

bugiardo (agg. e s.m.), ingannatore (agg. e s.m.), commediante (agg. e s.m.), ipocrita (agg. e s.m.), simulatore (agg. e s.m.), fraudolento (agg. e s.m.), inattendibile (agg.), infondato (agg.), illusorio (agg.), ingannevole (agg.), non vero (agg.), finto (agg.)...

Leggi tutto >>

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963