Il Santo del giorno 04 Dicembre

a cura di Edizioni Paoline

S. Giovanni Calabria, sacerdote

Fonda i Poveri Servi e le Povere Serve della Divina Provvidenza

Nasce a Verona l'8 ottobre del 1873: il padre è calzolaio, la madre viene da un istituto per fanciulle abbandonate. Capace di totale abbandono alla Provvidenza come di grandi innovazioni, Giovanni fonda i Poveri Servi e le Povere Serve della Divina Provvidenza, per aiutare i più poveri. Muore il 4 dicembre del 1954. Verona, fine 1800. Una sera di novembre un giovane chierico vede, rannicchiato sotto un portone, un piccolo zingaro. Il chierico si chiama Giovanni Calabria, e porta il ragazzino nella sua povera casa e lo affida alla madre, Angiolina, abituata a condividere la generosità del figlio. Quell'incontro mette nell'animo del seminarista un altro tormento. E' già molto impegnato nell'assistenza degli ammalati; ora pensa di doversi dedicare ai più poveri. In pochi decenni, e con la collaborazione di preti e laici, si moltiplicano le case per raccogliere orfani, ragazzi abbandonati, malati poveri. Nel 1932 nasce la Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza e poi le Suore. Il 18 aprile 1999 Giovanni Paolo II lo dichiara santo.

Altri santi: S. Giovanni Damasceno, S. Barbara, S. Sigiranno, S. Bernardo di Parma

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Aspettare

attendere (v.tr.), rimanere in attesa (v.tr.), essere pronto (v.tr.), essere preparato (v.tr.), fermarsi (v.intr.), prendere tempo (v.intr.), indugiare (v.intr.), rimandare (v.intr.), rinviare (v.intr.), temporeggiare (v.intr.), differire (v.intr.), procrastinare (v.intr.)...

Leggi tutto >>

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963