Il Santo del giorno 21 Aprile

a cura di Edizioni Paoline

S. Anselmo, vescovo

Dottore della Chiesa

Nasce ad Aosta nel 1033. Entrato nell'Ordine di san Benedetto nel monastero di Le Bec in Francia, insegna teologia ai confratelli, mentre avanza rapidamente nella via della perfezione. Passato in Inghilterra ed eletto vescovo di Canterbury, viene esiliato due volte. Definito un genio metafisico dal cuore di contemplativo, è una delle più lucide menti della filosofia scolastica, della quale è ritenuto l'iniziatore: è l'anello di congiunzione tra sant'Agostino e san Tommaso d'Aquino. In lui si avverte non solo l'acutezza speculativa, ma soprattutto il calore dell'anima. Mentre è arcivescovo di Canterbury, trovandosi in disaccordo con i re, Anselmo deve più volte andare oltre Manica. Ma alla fine, il senso di moderazione da lui dimostrato nelle prove più difficili disarma gli avversari e gli permette di tornare a Canterbury, dove può dedicarsi all'opera di moralizzazione del clero. Lascia molti scritti di teologia e mistica. Muore nel 1109. Nel 1720 è dichiarato dottore della Chiesa. (a. effe)

Altri santi: S. Corrado di Parzham, S. Apollonio, S. Sandra

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Matrimonio

unione matrimoniale (s.m.), legittima unione (s.m.), vita coniugale (s.m.), vita matrimoniale (s.m.), cerimonia nuziale (s.m.), rito nuziale (s.m.), festa nuziale (s.m.), nozze (s.m.), sposalizio (s.m.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Ma tu devi temere, considerando la sua grandezza, che la sua volontà non gli appartiene, perché lui stesso è soggetto alla sua nascita.»

William Shakespeare