Il Santo del giorno 14 Giugno

a cura di Edizioni Paoline

S. Eliseo, profeta

Profeta e taumaturgo

Continuatore dell'opera di Elia, è un ricco possidente, originario di Abelmeula. Il suo nome ha un significato di buon augurio: elisà vuol dire infatti 'Dio salva'. Eliseo accompagna l'esercito di Ioram incoraggiando il re in un momento difficile; assicura la pioggia dopo l'arsura e la vittoria. Col mantello di Elia divide le acque del Giordano; moltiplica l'olio di una povera vedova; moltiplica venti pani per sfamare un centinaio di persone; guarisce dalla lebbra Naaman, il generale del re di Damasco. E la sua azione taumaturgica continua anche dopo la sua morte, avvenuta intorno al 790 a. C. Questo santo profeta è venerato soprattutto in Oriente.

Altri santi: S. Rufino, S. Valerio, S. Proto, S. Fortunato

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Paura

spavento (s.f.), terrore (s.f.), orrore (s.f.), panico (s.f.), sgomento (s.f.), sbigottimento (s.f.), angoscia (s.f.), fifa (s.f.), timore (s.f.), preoccupazione (s.f.), ansia (s.f.), apprensione (s.f.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Un oggetto, anche se non ottenuto col furto, è tuttavia come rubato quando non se ne ha bisogno.»

Mahatma Gandhi