Il Santo del giorno 05 Maggio

a cura di Edizioni Paoline

S. Ilario, vescovo

Vescovo di Arles

Nato verso il 400 nella Gallia Belgica da una nobile famiglia di origine greca, da filosofo pagano diviene monaco cristiano e poi vescovo di Arles. Avendo studiato filosofia e retorica, ottiene un posto di rilievo nell'amministrazione dell'impero. Poi si lascia conquistare dal rivoluzionario metodo di vita dei monaci. Si fa battezzare e abbraccia la vita monastica. Alla morte di Onorato, Ilario gli succede nella sede episcopale, contro la propria volontà. E' un eccellente vescovo: riesce ad armonizzare le esigenze di una sana amministrazione della diocesi con gli ideali di vita religiosa. Indìce un Concilio a Vienne e depone il vescovo di Besançon, che fa ricorso al papa Leone Magno e Ilario, da metropolita, viene declassato a semplice vescovo. Anche questo episodio della sua vita è da lui accettato in tutta umiltà. Muore nel 449. (a. effe)

Altri santi: S. Irene di Lecce, S. Gottardo, B. Nunzio Sulprizio

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Vivere

esistere (v.intr.), essere in vita (v.intr.), avere vita (v.intr.), stare (v.intr.), abitare (v.intr.), risiedere (v.intr.), soggiornare (v.intr.), svilupparsi (v.intr.), allignare (v.intr.), sostenersi (v.intr.), sopravvivere (v.intr.), tirare avanti (v.intr.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«È un comune errore popolare supporre che quelli che si lamentano per il pubblico a voce più alta siano i più preoccupati per il suo benessere.»

Edmund Burke