Il Santo del giorno 05 Maggio

a cura di Edizioni Paoline

S. Ilario, vescovo

Vescovo di Arles

Nato verso il 400 nella Gallia Belgica da una nobile famiglia di origine greca, da filosofo pagano diviene monaco cristiano e poi vescovo di Arles. Avendo studiato filosofia e retorica, ottiene un posto di rilievo nell'amministrazione dell'impero. Poi si lascia conquistare dal rivoluzionario metodo di vita dei monaci. Si fa battezzare e abbraccia la vita monastica. Alla morte di Onorato, Ilario gli succede nella sede episcopale, contro la propria volontà. E' un eccellente vescovo: riesce ad armonizzare le esigenze di una sana amministrazione della diocesi con gli ideali di vita religiosa. Indìce un Concilio a Vienne e depone il vescovo di Besançon, che fa ricorso al papa Leone Magno e Ilario, da metropolita, viene declassato a semplice vescovo. Anche questo episodio della sua vita è da lui accettato in tutta umiltà. Muore nel 449. (a. effe)

Altri santi: S. Irene di Lecce, S. Gottardo, B. Nunzio Sulprizio

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Lavorare

svolgere un lavoro (v.intr.), dedicarsi a un mestiere (v.intr.), esercitare (v.intr.), svolgere (v.intr.), occuparsi (v.intr.), professare (v.intr.), operare (v.intr.), agire (v.intr.), darsi da fare (v.intr.), ingegnarsi (v.intr.), adoperarsi (v.intr.), guadagnarsi il pane (v.intr.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«La moda è qualcosa di barbaro, perché produce un'innovazione senza ragione e un'imitazione senza beneficio.»

George Santayana