Dal vocabolario italiano: Dazio


Sostantivo
dazio m sing (plurale: dazi)

  • (diritto)(economia)(commercio)(finanza) imposta indiretta che grava sulle merci importate, da stati esteri non facenti parte dello stesso mercato unitario
  • Dazio esterno: detto anche diritto di dogana è l'imposta riscossa dallo Stato alla frontiera per l'entrata delle merci commercializzate

    1. Dazio interno: imposta gravante sulle merci che transitano attraverso i territori di vari comuni

  • (per estensione) ufficio, luogo preposto al pagamento del dazio

  • Sillabazione
    dà | zio

    Pronuncia
    IPA: /'datsjo/

    Etimologia
    dal latino medievale datio ossia "il dare, il consegnare"

    Derivate

  • daziare

  • Tratto dalla voce DAZIO del Wikizionario

    Rilasciato con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

    I testi sopra riportati non sono in alcun modo espressione dell’opinione di Italiaonline S.p.A.

    Più modi di dire: Dazio

    tassa, imposta, pedaggio, tributo, ufficio daziario, casello daziario...

    Leggi tutto >>

    © Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963