Dal vocabolario italiano: Esangue


Aggettivo
esangue m e f sing (plurale: esangui)


  1. (medicina) privo di sangue, che ha perso molto sangue
  2. (per estensione) pallido, smorto, smunto
  3. (senso figurato) privo di forza espressiva, di incisività, di vigore

Sillabazione
e | sàn | gue

Pronuncia
IPA: /e'zaŋgwe/

Etimologia
dal latino exsanguis, composizione di ex- cioè senza, e da sanguis ossia "sangue"

Tratto dalla voce ESANGUE del Wikizionario

Rilasciato con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

I testi sopra riportati non sono in alcun modo espressione dell’opinione di Italiaonline S.p.A.

Più modi di dire: Esangue

dissanguato, pallido, smorto, cereo, slavato, debole, spento, languido, morente...

Leggi tutto >>

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963