Dal vocabolario italiano: Genere


Sostantivo
genere m (plurale: generi)


  1. gruppo di cose o persone che hanno caratteristiche omogenee
  2. (economia)(commercio) merce, prodotto appartenente a una particolare categoria
  3. genere alimentare, generi di largo consumo
  4. (biologia) nella tassonomia, la categoria compresa tra la famiglia e la specie
  5. (linguistica) ciascuna categoria grammaticale in cui sono classificati principalmente i sostantivi in modo indipendente dal numero e a cui le altre parti del discorso si accordano
  6. in italiano i generi dei sostantivi sono maschile e femminile; alcuni aggettivi sono di genere comune, cioè si accordano con la stessa forma al maschile e al femminile, come ad esempio piacevole
  7. esistono lingue con circa una decina di generi come le lingue bantu e lingue completamente senza genere come le lingue ugro-finniche
  8. (antropologia) (sociologia) concetto riguardante la rappresentazione sociale dell'identità maschile e dell'identità femminile (distinto da sesso ossia la natura biologica)

Sillabazione
gè | ne | re

Pronuncia
IPA: /ˈʤɛ.ne.re/

Etimologia
dal latino genus (probabilmente attraverso un volgare maschile genere(m)), apparentato con gens (da cui l'italiano gente) e il verbo geno da cui anche genero (in italiano generare). Letteralmente significa dunque della stessa origine, e poi per estensione ha assunto il concetto di classificazione

Derivate

  • tribunale di genere, congenere, degenere, generale, generare, generico, generoso

  • Proverbi

  • del genere

  • Tratto dalla voce GENERE del Wikizionario

    Rilasciato con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

    I testi sopra riportati non sono in alcun modo espressione dell’opinione di Italiaonline S.p.A.

    Più modi di dire: Genere

    tipo, varietà, qualità, natura, serie, gamma, sorta, idea generale, categoria, derrate, merci, prodotti...

    Leggi tutto >>

    © Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963