Dal vocabolario italiano: Giudice


Sostantivo
giudice m sing (plurale: giudici)


  1. chi è chiamato a giudicare, chi giudica.
  2. (diritto) membro della magistratura che si distingue dal pubblico ministero perché, in un processo, emette le sentenze
  3. (storia), (religione) nella storia ebraica, nome di capi politico-religiosi

Sillabazione
giù | di | ce

Pronuncia
IPA: /'ʤudiʧe/

Etimologia
dal latino iudex cioè "colui che dice il diritto"

Citazioni

"in una città viveva un giudice , che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno." (Vangelo secondo Luca)


"A me però importa assai poco di venire giudicato da voi o da un tribunale umano ; anzi io non giudico neppure me stesso, perché anche se non sono consapevole di alcuna colpa, non per questo sono giustificato. Il mio giudice è il Signore! " (Prima lettera ai Corinzi)
, testo CEI 2008

Tratto dalla voce GIUDICE del Wikizionario

Rilasciato con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

I testi sopra riportati non sono in alcun modo espressione dell’opinione di Italiaonline S.p.A.

Più modi di dire: Giudice

magistrato, ufficiale giudicante, pretore, giurato, intenditore, conoscitore, critico, competente, organo giudiziario, arbitro, direttore di gara...

Leggi tutto >>

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963