Dal vocabolario italiano: Limitrofo


Aggettivo
limitrofo m (singolare maschile: limitrofo, plurale maschile: limitrofi, singolare femminile: limitrofa, plurale femminile: limitrofe)


  1. detto generalmente di zone geografiche o urbane, di territori, terreni, edifici e simili, finitimo, adiacente, contiguo, confinante o vicino, accanto
  2. a stretto contatto

Sillabazione
li | mì | tro | fo

Pronuncia
IPA: /li'mitrofo/

Etimologia
dal latino tardo limitrŏphus unione del latino limes cioè "confine e con il greco τρέϕω ossia "nutrire" ( vedi fonte Treccani);
deriva - per passaggio probabilmente attraverso il francese limitrophe intorno al XVI secolo - dal latino tardo limitrophus, presente nel Codice Teodosiano: ivi segnalava i territori che fornivano risorse alimentari e vivande e vari approvvigionamenti alle truppe di confine; si confrontino in proposito


  • il latino "limes", gen. "limitis" - limite, confine, territorio -
  • il greco "trepho" - nutro, allevo -

  • Tratto dalla voce LIMITROFO del Wikizionario

    Rilasciato con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

    I testi sopra riportati non sono in alcun modo espressione dell’opinione di Italiaonline S.p.A.

    Più modi di dire: Limitrofo

    confinante, vicino, adiacente, attiguo, contiguo, prossimo...

    Leggi tutto >>

    © Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963