pane Fonte foto: iStock Photos
Proverbi

A Natale mezzo pane, a Pasqua mezzo vino

"A Natale mezzo pane, a Pasqua mezzo vino" è un proverbio antico che fa parte del mondo contadino, con significato e origini particolari

Facebook Twitter

“A Natale mezzo pane, a Pasqua mezzo vino” è un proverbio che fa parte del mondo contadino e fa riferimento alla necessità di prepararsi ad affrontare particolari momenti dell’anno.

La spiegazione del proverbio

Il proverbio è un ammonimento per i contadini e indica la necessità di prepararsi alla Pasqua e al Natale. Significa infatti che il contadino dovrebbe assicurarsi di avere in casa a Natale la metà del pane per poterlo consumare insieme agli altri, mentre a Pasqua dovrebbe avere a disposizione mezzo vino. Si rifà dunque all’economia rurale e alle usanze dei contadini. Il pane e il vino servivano infatti per celebrare le festività natalizie e quelle pasquali.

Proverbi simili e collegati

Il Natale e la Pasqua sono al centro di numerosissimi proverbi italiani. Questa festività vengono legate sia alle condizioni climatiche che alle usanze. Troviamo, ad esempio, i detti: “A Natale la lepre, a Pasqua la quaglia”, “Natale al balcone, Pasqua al tizzone”, “Natale al giuoco, Pasqua al fuoco”, “Chi fa Natale al sole, fa la Pasqua al fuoco”, la classica “Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi“, “Se il Natale è verde, la Pasqua sarà bianca” e “Se Natale ha i moscerini, Pasqua ha i ghiacciolini”. Natale e Pasqua non sono le uniche due celebrazioni di cui si parla nei proverbi. Basta citare: “Carnevale in casa d’altri e Natale in casa tua”, “Chi non gioca a Natale, chi non balla a Carnevale, chi non beve a San Martino, è un amico malandrino”, “Da San Luca a Natale, tutti studiano uguale; da Carnevale a Pasqua, chi studia e chi studiacchia”, “Da Santa Lucia a Natale, il dì allunga un passo di cane”, “Natale senza denari, Carnevale senza appetito, Pasqua senza devozione, si fanno male”, “Natale stizzone, Carnevale solleone”, “Per Sant’Andrea piglia il porco per la sèa; se tu non lo vuoi pigliare, fino a Natale lascialo andare” e “Per Santa Lucia e per il Natale, il contadino ammazza il maiale”.

Significato

"A Natale mezzo pane, a Pasqua mezzo vino" è un proverbio di origine popolare che si rifà all'economia contadina. Ammonisce infatti il contadino di ricordarsi di fare scorte in occasione delle feste, mettendo da parte metà del vino e metà del pane.

Origine

Questo proverbio ha un'origine spiccatamente popolare, secondo alcune ipotesi sarebbe nato in ambito rurale. Il pane e il vino erano due elementi considerati preziosi e importanti soprattutto nel periodo delle feste come Natale o Pasqua.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963