Dal vocabolario italiano: Faro


Sostantivo
Image: de Holmbergs, Suðurnes, Islandia, 2014-08-15, DD 114.JPG|thumb|faro di Holmbergs nella regione di Vestfirðir in Islanda poco dopo il tramonto+File:Faro de Holmbergs, Suðurnes, Islandia, 2014-08-15, DD 114.JPG+|thumb|faro di Holmbergs nella regione di Vestfirðir in Islanda poco dopo il tramonto+thumb|faro di Holmbergs nella regione di Vestfirðir in Islanda poco dopo il tramonto faro m sing (plurale: fari)


  1. edificio collocato su un punto ben visibile della costa per le segnalazioni luminose ad ausilio della navigazione marittima notturna
  2. guida o punto di riferimento (in senso figurato);
  3. proiettore per gli autoveicoli adatti ad illuminare la strada
  4. sistema di illuminazione per esterni (strade, edifici, ecc...) ed interni (palestre, piscine, ecc...)

Sillabazione
fà | ro

Etimologia
dal latino Pharum derivato a sua volta dal Pháros che è il nome dell'isoletta presso Alessandria d'Egitto sulla quale fu costruito il faro che fu una delle sette meraviglie del mondo antico

Tratto dalla voce FARO del Wikizionario

Rilasciato con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

I testi sopra riportati non sono in alcun modo espressione dell’opinione di Italiaonline S.p.A.

Più modi di dire: Faro

segnale luminoso, luce, torre, fanale, fanalino, luce, esempio, modello, guida spirituale, maestro...

Leggi tutto >>

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963