Dal vocabolario italiano: L


l

  • decima lettera dell'alfabeto italiano
  • Pronome l inv

    1. (letterario) troncamento dei pronomi personali clitici "la", "le", "li", "lo", quando sono uniti ad un altro clitico e precedono una consonante
    2. La Radegonda, se non glie l disse, glie l diede ad intendere. (Vittorio Imbriani: Image: ne scampi dagli Orsenigo/Capitolo undicesimo|Dio ne scampi dagli Orsenigo, Capitolo undicesimo+s:Dio ne scampi dagli Orsenigo/Capitolo undicesimo+|Dio ne scampi dagli Orsenigo, Capitolo undicesimo+Dio ne scampi dagli Orsenigo, Capitolo undicesimo)
    3. Giorno verrà, presago il cor me l dice. (Omero, traduzione di Vincenzo Monti: Image: VI|Iliade, Libro VI+s:Iliade/Libro VI+|Iliade, Libro VI+Iliade, Libro VI, v. 585)

    Sostantivo
    l f o m inv
  • decima lettera dell'alfabeto italiano

  • Sillabazione

    (lettera) non fa sillaba a sé quando è seguita da vocale fa sillaba con la vocale o dittongo che segue quando è seguita da consonante, fa sillaba con la vocale o dittongo che precede

    (pronome) non fa sillaba a sé, si unisce alla sillaba che precede

    (sostantivo) l


    Pronuncia

    (lettera) da sola rappresenta la consonante laterale alveolare (IPA: l); raddoppiata "ll" ne prolunga la pronuncia (IPA: lː); a inizio di parola la pronuncia si raddoppia (IPA: lː) se è preceduta dalla vocale accentata di un polisillabo tronco o da un monosillabo tonico terminante per vocale; fa parte del digramma gl e del trigramma gli che rappresentano la consonante laterale palatale (IPA: ʎ), la cui pronuncia è sempre prolungata (IPA: ʎː) quando è preceduta da vocale; in poche eccezioni "g" e "l" si pronunciano separate (IPA: ɡl)

    (pronome) IPA: /l/

    (sostantivo) IPA: /ˈɛl.le/


    Etimologia

    (pronome) troncamento di la, le, li e lo


    Correlate

    • (lettera) gl, gli, L, ll
    • (pronome) cel, gliel, mel, tel, vel
    • (sostantivo) elle

    Tratto dalla voce L del Wikizionario

    Rilasciato con licenza Creative Commons CC BY-SA