Dal vocabolario italiano: Scorno


Sostantivoscorno m (plurale: scorni)

  1. senso di accasciamento dell'orgoglio, di profonda vergogna, di umiliazione, di disonore per una cocente sconfitta, un insuccesso, un fallimento, acuito dalla sensazione o dalla consapevolezza di essere oggetto dell'altrui scherno; onta
  2. Chi vuol veder, chi vuole / veder, amanti, al mezzodì più chiaro / le stelle in fronte al sole, / venga a mirar delidolo mio caro / gli occhi, onde 'l sole ha scorno : / che portan notte altrui, mentre fan giorno. (Giovan Battista Marino, Occhi'', da Amori)
  3. pur come / fosse mia colpa e mia onta e mio scorno / lesser guardata, amata e desiata'' (Torquato Tasso, Aminta)

Voce verbale
  • prima persona singolare dell'indicativo presente di scornare

  • Sillabazione
    scòr | no

    Etimologia

    • derivato di scornare, propriamente "rompere (rompersi) le corna"
    • vedi scornare

    Tratto dalla voce SCORNO del Wikizionario

    Rilasciato con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

    I testi sopra riportati non sono in alcun modo espressione dell’opinione di Italiaonline S.p.A.

    Più modi di dire: Scorno

    vergogna, disonore, infamia, ignominia, derisione, scherno, beffa, dileggio, amarezza, delusione, avvilimento, umiliazione...

    Leggi tutto >>

    © Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963