Matrimonio Fonte foto: iStock - KMNPhoto
Proverbi

Matrimoni e vescovati, son dal ciel ordinati

Matrimoni e vescovati, son dal ciel ordinati è un antico proverbio diffuso ancora oggi in Italia: la sua spiegazione e la sua origine

Facebook Twitter

Tra i tanti proverbi italiani che sono dedicati in maniera specifica al matrimonio, il modo di dire “Matrimoni e vescovati, son dal ciel ordinati” è certamente uno dei più famosi. Come testimonia l’utilizzo della parola “vescovato”, si tratta di un detto che affonda le sue radici in tempi molto antichi. Ancora oggi, però, questo proverbio è molto utilizzato, soprattutto in alcune aree d’Italia.

La spiegazione del proverbio

Il proverbio italiano “Matrimoni e vescovati, son dal ciel ordinati” sta a significare che i matrimoni, così come i vari gradi delle gerarchie ecclesiastiche, sono decisi e voluti da Dio.

Cos’è un vescovato

La parola vescovato fa riferimento a un’antica forma statuale retta da un vescovo. Questo termine è una variante di “vescovado” ed è utilizzato in particolar modo per indicare la dignità, l’ufficio del vescovo e il tempo durante il quale è esercitato l’ufficio, come fosse, quindi, un sinonimo di “episcopato“. La parola “vescovato” (o “vescovado”) indica, però, anche il territorio su cui si estende la giurisdizione di un vescovo oppure, come ulteriore alternativa, l’edificio nel quale si trova l’abitazione di un vescovo, generalmente assieme agli uffici della curia vescovile.

Altri proverbi simili

Abbiamo in precedenza accennato al fatto che il proverbio “Matrimoni e vescovati, son dal ciel ordinati” è diffuso ancora oggi in particolar modo in alcune zone d’Italia. Per esempio, in Sicilia, questo particolare modo di dire è noto nella sua versione dialettale “Matrimoni e viscuvati, di lu celu su mannati“.

In Italia, poi, sono noti altri proverbi che, pur differenti nella forma, hanno significati in qualche modo assimilabili. Un esempio di ciò è il detto “Marito e figli come Dio te gli dà così te li pigli“, che ribadisce l’intervento divino nella nascita di un matrimonio.

La lista di proverbi italiani dedicati alle nozze è, in ogni caso, lunga. Se ne citano due su tutti: “I matrimoni sono, non come si fanno, ma come riescono” e “Sposa bagnata, sposa fortunata“.

Meno frequenti, invece, sono i modi di dire italiani che vedono come protagonisti i vescovi. La saggezza popolare, però, ha riservato uno spazio anche a questa figura ecclesiastica. Un antico proverbio italiano, infatti, recita: “I vescovi in Roma sono come i crocifissi in bottega del legnaiuolo“.

Significato

Con il modo di dire "Matrimoni e vescovati, son dal ciel ordinati" si intende affermare che i matrimoni, al pari delle gerarchie ecclesiastiche, sono voluti e decisi da Dio. Questo proverbio, pertanto, è uno dei tanti detti italiani che parlano di religione e che sottolineano e magnificano il Signore e l'intervento divino nella vita degli esseri umani.

Origine

Il proverbio italiano "Matrimoni e vescovati, son dal ciel ordinati" ha radici molto antiche ed è pertanto molto difficile verificare con precisione quando, dove e in quale precisa circostanza questo modo di dire è stato citato pubblicamente e ufficialmente per la prima volta. Ciò nonostante, la diffusione della versione dialettale "Matrimoni e viscuvati, di lu celu su mannati" suggerisce che possa trattarsi di un detto popolare di origine siciliana o comunque, più in generale, localizzata nel Sud Italia.

Varianti

  • Sicilia: Matrimoni e viscuvati, di lu celu su mannati

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963