donna-beve-vino Fonte foto: iStock Photos
Proverbi

Bacco, tabacco e Venere riducono l'uomo in cenere

"Bacco, tabacco e Venere riducono l'uomo in cenere" è un proverbio antico e molto conosciuto, con significato e origini particolari

Facebook Twitter

“Bacco, tabacco e Venere riducono l’uomo in cenere” è un proverbio molto conosciuto. Viene utilizzato in modo scherzoso per rivolgersi a chi conduce una vita particolarmente sregolata, portando con sè una morale.

La spiegazione del proverbio

Questo proverbio mette al centro tre vizi principali: il bere, il fumo e il sesso. Secondo la tradizione popolare si tratta di passioni che possono portare l’uomo alla rovina, conducendolo alla distruzione e, in alcuni casi, alla morte. Questo detto evidenzia come l’eccesso di qualsiasi sostanza oppure abitudini sbagliate e continue, siano con il tempo dannose, invitando a porsi dei limiti per trovare un equilibrio. Il proverbio deriverebbe da un antico detto romano. Per i Romani infatti il vino era uno dei grandi piaceri della vita. Si intuisce molto bene dalla frase latina: “Balnea vina Venus corrumpunt corpora nostra, sed vitam faciunt balnea vina Venus”, ossia “Bagni, vino e sesso corrompono i nostri corpi, ma bagni, vino e sesso sono la vita”. Una espressione molto simile al proverbioBacco, tabacco e Venere riducono l’uomo in cenere”, dove il tabacco ha semplicemente sostituito i bagni nelle tradizionali terme.

Proverbi simili e collegati

Il sesso, il tabacco, ma soprattutto il vino, sono spesso finiti al centro di proverbi famosissimi. Possiamo citare: “A chi non piace il vino, il Signore faccia mancar l’acqua“, “Chi non beve in compagnia o è un ladro o è una spia“, ma anche “Non domandare all’oste se ha buon vino”, “Buon vino, tavola lunga”, “Per far un amico basta un bicchier di vino, per conservarlo è poca una botte”, “Pane fa panza, vinu fa danza”, “Pane finché dura, ma vino a misura”, “L’uomo si riconosce in tre maniere: in collera, alla borsa e al bicchiere” e “È il demonio meridiano: donne, vino e carte in mano”. “Il vino assomiglia all’uomo – recita un altro proverbio -: non si saprà mai fino a qual punto lo si possa stimare o disprezzare, amare o odiare, né di quali azioni sublimi o di quali mostruosi misfatti sia capace”.

Significato

"Bacco, tabacco e Venere riducono l'uomo in cenere" è un proverbio che mette in guardia dai vizi legati al vino, al sesso e al fumo, traendo origine da un'antico detto romano, ossia: "Bagni, vino e sesso corrompono i nostri corpi, ma bagni, vino e sesso sono la vita".

Origine

Le origini di questo proverbio sono in parte legate alla mitologia. Bacco infatti era la divinità romana della vendemmia e del vino, tabacco era la pianta usata per preparare sigarette e sigari, mentre Venere era la dea greco-romana della bellezza e dell'amore.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963