Grappoli d'uva Fonte foto: 123RF - kravtzov
Proverbi

Bella vigna poca uva

Qual è il Significato del celebre proverbio popolare Bella vigna poca uva? Scoprilo su Virgilio Sapere, trovi origine, varianti e spiegazione

Facebook Twitter

Bella vigna poca uva” è un antico proverbio popolare che affonda le proprie radici nella saggezza contadina. Questo modo di dire parla della differenza tra l’apparire e l’essere: una vigna che appare bella agli occhi di chi la guarda, nonostante tutta la sua bellezza, spesso e volentieri produce poca uva e per questo risulta di poca sostanza.

La spiegazione del proverbio

Il proverbio “Bella vigna poca uva” utilizza una metafora, quella della vigna e dell’uva, per trattare il tema dell’apparenza e insegna a non farsi trarre in inganno dalla prima impressione. Viene preso come esempio il vigneto che può apparire molto rigoglioso e trarre in inganno chi lo guarda, portandolo a pensare che la sua bellezza faccia rima con la prosperità. Nulla di più sbagliato: il proverbio mette in guardia dal farsi trarre in inganno dalle apparenze, perché un vigneto troppo frondoso produce poca uva, risultando quindi inconsistente.

La metafora del vigneto che pur essendo rigoglioso produce poca uva, serve come monito per non fidarsi mai delle apparenze: qualcuno che si presenta in pompa magna, facendo leva sulla propria apparenza, sulla propria bellezza o sul proprio fascino, spesso risulta una persona di poca sostanza. Può capitare molto frequentemente che una persona dotata di poche qualità, provi a giocare la carta della bella presenza, così da offuscare gli occhi di chi lo guarda. Dietro la bellezza, però, può esserci un vuoto che con il passare del tempo verrà scoperto. Il modo di dire, quindi, è un invito a non fidarsi mai delle apparenze, cercando di conoscere a fondo qualcuno prima di farsi un’idea precisa.

Lo stesso concetto può essere applicato ad altri aspetti della vita: se un problema da risolvere oppure una sfida da affrontare sembrano facili in apparenza, bisogna tenere alta l’asticella dell’attenzione, perché potrebbero risultare difficili da portare a termine. Allo stesso modo, però, si può interpretare il proverbio anche attraverso una chiave di lettura alternativa: una sfida che sembra insormontabile può essere in realtà più semplice di quello che appare in partenza.

Proverbi simili e collegati

Nel variegato e sconfinato universo dei proverbi, ce ne sono tanti collegati a “Bella vigna poca uva”. Il tema della differenza tra apparire ed essere è molto presente tra i modi di dire: il più famoso è “L’apparenza inganna” che invita a conoscere a fondo una persona prima di fidarsi del tutto. Altri famosi proverbi parlano dello stesso argomento, come “L’abito non fa il monaco” e “Botte piccola fa buon vino“. Dello stesso modo di dire, inoltre, esistono delle varianti, come “Assai pampini, e poca uva”, “La vigna pampinosa fa poca uva” e la versione in dialetto ligure che recita “Bella vigna poca ûga”.

Significato

Il proverbio viene utilizzato per mettere in guardia dalle apparenze: un vigneto troppo frondoso, infatti, produce poca uva e allo stesso modo, una persona che si presenta in pompa magna, spesso e volentieri possiede poca sostanza. L'apparenza inganna, quindi è sempre meglio conoscere a fondo una persona prima di dare dei giudizi che possono rivelarsi affrettati.

Origine

La storia di questo modo di dire non è nota: pur essendo molto diffuso specialmente in zone come la Liguria oppure la Toscana, quest'ultima regione tra le più importanti e famose per la produzione di vino, non è possibile risalire con certezza all'origine del proverbio in questione. Per il tema trattato, comunque, si può affermare che sia nato nel mondo contadino.

Varianti

  • Liguria: Bella vigna poca ûga

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963