La povertà è priva di molte cose, l'avarizia è priva di tutto: significato Fonte foto: iStock
Proverbi

La povertà è priva di molte cose, l'avarizia è priva di tutto

Facebook Twitter

Il significato del proverbio popolare “La povertà è priva di molte cose, l’avarizia è priva di tutto” è una sentenza molto simile a “Al povero mancano tante cose, all’avaro tutte“, il cui fulcro va a spiegare come alla povertà possano mancare molte cose, ma l’avarizia è peggio, perché ha tanto ma non lo condivide, e dunque quel tanto perde di qualsiasi valore.

La spiegazione del proverbio

L’avarizia è uno dei temi più diffusi nei proverbi popolari, ed è sempre stata considerata con accezione negativa. Generalmente, chi è povero magari non può permettersi di acquistare determinate cose, ma chi è avaro preferisce continuare a risparmiare senza comprare mai nulla. Per assurdo, spesso ha più chi non ha tanti soldi rispetto a chi invece è vittima dell’avarizia, perché non si concede mai lussi e spesso vive nella paura di perdere tutto.

Certo, questo detto non è al 100% fedele alla realtà: i proverbi sono dei modi di dire che tendono ad abbracciare il pregiudizio, cercando di offrire anche uno spunto di riflessione importante. Non tutti i ricchi sono avari, alla fine. Tra le varianti del proverbio, troviamo “L’avaro accumula con sudore ciò che deve lasciare con gran dolore”; “L’avaro è procuratore de’ suoi beni, e non signore”: “L’avaro non fa mai bene se non quanto tira le calzone”; “Chi accumula ed altro ben non fa, sparagna il pane e all’inferno va”; “Molti patiscono per necessità, ma l’avaro per volontà”.

Altri proverbi simili

Quali sono i proverbi simili a “La povertà è priva di molte cose, l’avarizia di tutto“? Sono diffuse numerosissime varianti di tale detto da sempre. I soldi sono uno dei temi centrali dei proverbi popolari, come “Il ricco quando vuole, il povero quando può“, e va a spiegare che solitamente chi ha qualcosa da parte può fare quel che vuole nei tempi e nelle modalità che desidera.

Uno dei proverbi più simili è indubbiamente “In casa dell’amico ricco, sempre ammonito; in quella dell’amico povero, sempre lodato“. Nonostante sia un po’ generalizzante, mostra come le differenze tra il povero e il ricco ci siano sempre state: una persona ricca si lascia solitamente andare a vari giudizi, mentre una persona povera ha l’atteggiamento opposto. In questo caso, il termine “casa” è metaforico: si riferisce infatti al comportamento.

Significato

Il significato del proverbio “La povertà è priva di molte cose, l'avarizia è priva di tutto” cerca di spiegare la differenza tra chi è povero e non ha molto (e deve faticare per avere quel poco che ha) e chi è ricco, ma è avaro, e dunque non ha niente, ed è più povero del povero, soprattutto dal punto di vista dei sentimenti.

Origine

L’origine del proverbio “La povertà è priva di molte cose, l'avarizia è priva di tutto” trova le sue fondamenta nella cultura popolare contadina, in quanto si riferisce strettamente alle differenze di classi sociali, tra chi era povero e anche cercava di offrire quel poco che aveva agli altri, e chi era ricco ma avaro, e dunque teneva tutto per sé, senza nemmeno spendere.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963