Chi poco sa presto parla proverbio Fonte foto: 123RF - antonioguillem
Proverbi

Chi poco sa presto parla

Il modo di dire "Chi poco sa presto parla" ha un significato molto saggio e pare che debba la sua genesi a un giornalista famoso

Facebook Twitter

Spesso le persone parlano, anche se non hanno competenza di una cosa: il proverbio “Chi poco sa presto parla”, sta a indicare proprio l’atteggiamento di coloro che si sentono in dover di dire la loro anche se non ne hanno i titoli o le conoscenze adatte.

A quanto pare la sua genesi si deve a Maurizio Costanzo, il celebre giornalista e presentatore avrebbe infatti dato vita a questo noto modo di dire, che viene molto utilizzato nel linguaggio comune.

La spiegazione del proverbio

La spiegazione del proverbio “Chi poco sa presto parla” è molto chiara: è facile che una persona che sa poco, sia la prima a parlare e a farlo quando non ha ancora tutte le informazione ben chiare. Quindi si tratta di interventi eseguiti a sproposito e che non danno nulla in più al discorso, ma fatti solo e unicamente perché si ha la possibilità.

L’attribuzione a Maurizio Costanzo

Pare che la genesi della frase “Chi poco sa presto parla” possa essere attribuita a Maurizio Costanzo. Classe 1938, Costanzo è un giornalista, conduttore televisio, radiofonico e autore per la tv. Una carriera ricca durante la quale, oltre a dar vita a trasmissioni molto note e seguite, ha scoperto grandi talenti.

Altri proverbi con significati simili

Sono numerosi i proverbi che invitano dunque a pensare prima di parlare e con il significato che si può accostare a quello di “Chi poco sa presto parla”. Molti di questi sono giunti a noi dal passato e ancora oggi conservano tutta quella saggezza popolare che non perde mai la propria importanza.

Parla poco e ascolta assai e giammai non fallirai”, che vuole ricordare alle persone di ascoltare sempre e di intervenire solamente quando è opportuno. la giusta attenzione agli altri non ha limiti, mentre il parlare deve essere regolato dal buon giudizio. Quindi chi si comporta così, non commette errori.

Si fa più fatica a tacere che a parlare” ha lo scopo di sottolineare come sia più faticoso stare zitti che dire la propria opinione, l’autocontrollo però è importante e tenere a mente la rilevanza dello stare zitti non è cosa da poco.

Infine possiamo citare “L’eterno parlatore né ode né impara”, un detto molto antico che ricorda che se si parla non si ascolta e neppure si impara. Questa frase si riferisce a tutte quelle persone che, invece di rimboccarsi le maniche, preferiscono oziare e intrattenersi in un’attività che non porta alcun vantaggio per nessuno.

Significato

La celebre frase “Chi poco sa presto parla” vuole dunque significare che chi non sa è spesso il primo a parlare, anche se non ne ha le reali competenze e conoscenze. Di fatto è un invito a intervenire solo dopo che si conoscono bene i fatti, quindi unicamente dopo aver approfondito al meglio tutti gli aspetti di una specifica questione.

Origine

Pare che la genesi del detto “Chi poco sa presto parla” sia da attribuire al giornalista e conduttore televisivo Maurizio Costanzo. Ma già nel passato esistevano numerosi modi di dire simili che sono arrivati fino a noi. Il loro significato è un prezioso consiglio. Ci esortano, infatti, a intervenire solo se si hanno le giuste competenze. Parlare troppo presto e senza sapere, mostra le lacune che si hanno.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963