“Se ti sposi ti pentirai e se non ti sposi ti pentirai lo stesso”: spiegazione Fonte foto: iStock
Proverbi

Se ti sposi ti pentirai e se non ti sposi ti pentirai lo stesso

Qual è il significato del proverbio “Se ti sposi ti pentirai e se non ti sposi ti pentirai lo stesso”? Scopri la spiegazione su Virgilio Sapere

Facebook Twitter

Il proverbio “Se ti sposi ti pentirai e se non ti sposi ti pentirai lo stesso” è uno dei tantissimi che parlano di matrimonio, come metafora della vita in generale. Mira infatti a spiegare quanto sia difficile accontentarsi di ciò che si ha, pensando sempre a come sarebbe andata se avessimo fatto scelte diverse.

La spiegazione del proverbio

“Se ti sposi ti pentirai e se non ti sposi ti pentirai lo stesso” è un proverbio che appartiene alla saggezza popolare. Il significato è molto chiaro: non importa cosa decidi di fare, in qualunque modo avrai di che pentirti. È un modo di dire che si adatta a molte situazioni, anche se in questo caso si parla di matrimonio. La spiegazione letterale del proverbio è dunque che se una persona decide di non sposarsi non proverà mai la vita matrimoniale, godendo sì di tutti i vantaggi del rimanere single, ma senza poter apprezzare quelli dell’avere moglie (o marito). Se invece alla fine cede alle nozze, avrà qualcuno accanto per sacro vincolo, ma ciò non gli impedirà di avere qualche rimpianto sulla sua vita prima del matrimonio. Insomma, è la metafora di chi non si accontenta mai: in qualunque modo vada, ci sarà sempre qualcosa da rimpiangere.

Da Søren Kierkegaard a Socrate

Il concetto che questo proverbio esprime è così sentito che molti grandi pensatori lo hanno fatto proprio. Il filosofo danese Søren Kierkegaard, cui solitamente viene attribuito il modo di dire, ha infatti scritto in uno dei suoi libri: “Sposati, te ne pentirai; non sposarti, te ne pentirai anche; sposati o non sposarti, ti pentirai d’entrambe le cose; o che ti sposi, o che non ti sposi, ti penti d’entrambe le cose”. Andando ancora più indietro nel tempo, anche Socrate aveva espresso la stessa idea. A chiunque gli chiedesse consiglio sul matrimonio, era solito rispondere: “Fai come vuoi, tanto in entrambi i casi ti pentirai”.

Proverbi simili e collegati

Molti proverbi parlano di pentimento, affrontando questo argomento così delicato: “Meglio pentirsi una volta che non pentirsi mai”, ad esempio, fa riflettere sul fatto che sia meglio provare ed eventualmente avere rimorso per ciò che si è compiuto, piuttosto che non provare affatto. Mentre “Bisogna pensarci avanti per non pentirsi poi” vuole invece evidenziare l’importanza di fare scelte ragionate e non basate sull’impulso.

Altrettanto vasto è il catalogo di proverbi a tema matrimoniale: essendo questa una situazione che in passato quasi tutte le persone si trovavano a vivere, poteva essere facilmente impiegata per spiegare concetti più complessi e far sì che tutti li capissero. Solo per citarne un paio dei più famosi: “Mogli e buoi dei paesi tuoi”, “Tra moglie e marito non mettere il dito”.

Significato

Il proverbio “Se ti sposi ti pentirai e se non ti sposi ti pentirai lo stesso” affronta il delicato tema del non sapersi accontentare. Che si faccia una scelta o un’altra, ci sarà sempre un pentimento dietro l’angolo se non si impara ad apprezzare ciò che si ha.

Origine

L’origine del proverbio “Se ti sposi ti pentirai e se non ti sposi ti pentirai lo stesso” non è chiara: una frase molto simile è stata attribuita al filosofo Søren Kierkegaard e, diversi secoli prima, perfino a Socrate.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963