Le citazioni di: Henry David Thoreau

Lo scrittore Henry David Thoreau

Henry David Thoreau nasce a Concord, nel Massachusetts, il 12 luglio 1817. È uno scrittore e filosofo tra i più influenti della sua generazione, anche se troppo spesso sottovalutato e poco conosciuto al di fuori degli Stati Uniti. Si laurea ad Harvard nel 1837 e sviluppa un forte interesse per la poesia greca e latina, oltre che per le filosofie orientali e per la natura, tanto da diventare un esperto di piante ed animali.

È un profondo sostenitore di uno stile di vita a contatto con la natura. La lettura e lo studio delle filosofie orientali determinano in lui una forte credenza nella reincarnazione.

Dopo la morte del fratello, nel 1842, Thoreau vive un periodo molto difficile. Nel 1845 si trasferisce nei pressi del lago di Walden, dove vive in un capanno costruito da lui stesso. Questa esperienza dura due anni e dà vita ad una delle opere più importanti di Thoreau, Walden ovvero vita nei boschi (pubblicato nel 1854), in cui descrive la sua esperienza di vita a stretto contatto con la natura, lontano dal consumismo e dalla società del tempo, in condizioni di ristrettezza materiale.

Terminata l’esperienza sul lago Walden, torna a Concord, dove vive insieme alla famiglia di Ralph Waldo Emerson, scrittore e filosofo coevo, amico nonché mentore di Thoreau.

Nel 1846 si rifiuta di pagare la poll-tax, un tributo imposto dal governo americano per finanziare la guerra al Messico. Thoreau giudica legittimo opporsi alla legge del governo, se ritenuta ingiusta e contraria ai propri principi morali e ai principi sanciti dalla Costituzione americana.

Il suo comportamento gli costa l’arresto: passa in carcere una sola notte, in quanto la tassa viene pagata dalla zia al suo posto. L’episodio è narrato ed è il fulcro di un altro libro fondamentale nella produzione letteraria di Henry David Thoreau, ovvero Disobbedienza Civile pubblicato nel 1849. Si tratta di un’opera che ha il pregio di influenzare personaggi del calibro di Gandhi e Martin Luther King e più in generale di ispirare i futuri movimenti di lotta nonviolenta.

Tra le sue opere vale la pena ricordare Le escursioni (1863), I boschi del Maine (1864), e Un americano in Canada. Scritti antischiavisti e riformatori (1866). Si sa molto poco della sua vita privata e non si ha notizia di particolari legami sentimentali. Secondo alcuni studiosi, nelle sue opere si ritrovano diversi accenni ad una sua presunta omosessualità. Thoreau muore il 6 maggio 1862, dopo aver sofferto più di un anno a causa della tubercolosi.

1 di 4 »

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963