Torta per 100 anni Fonte foto: iStock - kajakiki
Proverbi

Se vuoi viver cent’anni senza pene, prendi il mondo come viene

"Se vuoi viver cent’anni senza pene, prendi il mondo come viene" è un proverbio italiano che spiega come affrontare ciò che ci accade in vita

Facebook Twitter

Se vuoi viver cent’anni senza pene, prendi il mondo come viene” è un proverbio italiano che si propone di dare un consiglio sul modo in cui bisognerebbe approcciarsi alla vita. Nello specifico, questo particolare modo di dire rientra a pieno titolo nel filone di aforismi, frasi celebri e modi di dire riguardanti l’accettazione di ciò che può capitare nella vita di una persona e, più in generale, la serenità dell’animo umano.

La spiegazione

La spiegazione del proverbio “Se vuoi viver cent’anni senza pene, prendi il mondo come viene” è abbastanza chiara ed evidente: chi desidera vivere la sua vita a lungo e senza preoccupazioni, secondo questo modo di dire, deve accettare con serenità tutto ciò che gli accade nel corso della sua esistenza, senza lamentarsi delle proprie disavventure e senza dannarsi per quello che invece sarebbe potuto accadere di diverso.

Il significato legato all’aspettativa di vita

Il detto “Se vuoi viver cent’anni senza pene, prendi il mondo come viene” fa riferimento alla soglia dei 100 anni di vita, tradizionalmente utilizzata per indicare (e augurare) un’esistenza particolarmente lunga. La reale aspettativa di vita per l’essere umano è in realtà, ad oggi, significativamente più bassa: nel 2021, per esempio, il rapporto annuale “Healt at a glance” di Oecd (un’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico che compara 37 Paesi in tutto il mondo) ha segnalato un calo da 83,6 anni a 82,4 anni per quanto riguarda l’aspettativa di vita in Italia.

Altri proverbi simili

Il proverbio italiano “Se vuoi viver cent’anni senza pene, prendi il mondo come viene” non ha una particolare connotazione regionale, ma in Campania esiste un antico detto molto simile, che recita: “Chi uò campà cent’ann’ senza pén’ e senza affann’: pippa d’ creta e cannuccia d’ paglia“. La traduzione in italiano di questo proverbio, che sarebbe nato a Cerreto Sannita, in provincia di Benevento, è la seguente: “Chi vuole vivere cento anni senza dolori e senza affanni: pipa di creta e cannuccia di paglia”.

Sono tanti, poi, in Italia, i modi di dire che fanno riferimento a una vita lunga 100 anni. Il più noto, forse, è: “Chi si fa gli affari suoi campa 100 anni“. Tra gli altri esempi, con significati molto diversi, spiccano: “Maledetto il giovane di cento anni, e benedetto il vecchio di venti“, “Morte desiderata, cent’anni per la casa” e “Meglio vivere un giorno da leone che cent’anni da pecora“.

Significato

Il proverbio fa riferimento a ciò che di negativo può accadere a una persona nel corso della sua vita. Il consiglio è quello di affrontare eventuali passi falsi o eventi avversi con la dovuta serenità. Solo in questo modo, spiega il proverbio, è possibile vivere a lungo (fino addirittura a 100 anni) e senza reali preoccupazioni.

Origine

L'origine del proverbio non è nota, anche se esiste un detto simile ("Chi uò campà cent’ann’ senza pén’ e senza affann’: pippa d’ creta e cannuccia d’ paglia") che, secondo quanto tramandato, sarebbe originario di Cerreto Sannita, nella provincia di Benevento in Campania. Nonostante non si conosca l'inventore del proverbio, sono tanti i personaggi famosi che, anche recentemente, lo hanno utilizzato pubblicamente. Tra questi ci sono Luciana Littizzetto e Giulia De Lellis, che hanno citato questo particolare modo di dire sui social.

Varianti

  • Campania: Chi uò campà cent’ann’ senza pén’ e senza affann’: pippa d’ creta e cannuccia d’ paglia

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963