"Chi tocca la pece s'imbratta", spiegazione e origine Fonte foto: iStock
Proverbi

Chi tocca la pece s’imbratta

Qual è il significato del proverbio “Chi tocca la pece s’imbratta”? Scopri l’origine e la spiegazione su Virgilio Sapere

Facebook Twitter

La pece, sostanza scura e molto viscosa, è al centro di un proverbio di origine popolare che racchiude, in pochissime parole, la saggezza contadina di un tempo. “Chi tocca la pece s’imbratta” è infatti un detto abbastanza conosciuto, che fa riferimento alla capacità di questa sostanza di sporcare le mani o qualsiasi altra cosa ne venga in contatto. Vediamo qual è la spiegazione di questo detto abbastanza conosciuto.

La spiegazione del proverbio

“Chi tocca la pece s’imbratta” significa letteralmente che, entrando in contatto con questa sostanza, inevitabilmente ci si sporca. Ciò è dovuto al fatto che la pece è molto appiccicosa, e basta toccarla solo per un attimo per ritrovarsi con le mani imbrattate. Ciò a cui il proverbio fa riferimento è al fatto che ci sono azioni (o abitudini quotidiane) che hanno effetti ineluttabili su di noi, ovvero che hanno conseguenze dalle quali non possiamo sfuggire.

Proverbi simili e collegati

Ci sono molti proverbi che parlano di come certi comportamenti abbiano come conseguenza dei fatti inevitabili. Uno molto famoso è “Chi va con lo zoppo impara a zoppicare”, declinato in diverse versioni a seconda del luogo in cui lo si pronuncia. Altri detti che hanno un significato simile sono “Chi va al mulino s’infarina” e, meno conosciuto, “Chi si frega al ferro, gli s’appicca la ruggine”.

Una celebre frase, spesso usata come proverbio, ha invece al centro la pece: si tratta di una citazione di Francesco Petrarca, tratta dalla sua opera I Trionfi, “Tutti siamo macchiati d’una pece”. Questo motto vuole significare che tutti gli uomini hanno in fondo gli stessi difetti; in questo caso, la pece è una metafora per indicare i vizi dell’uomo.

Sono molto più numerosi infine i proverbi che riguardano lo sporcarsi: “A fare i fatti suoi uno non s’imbratta le mani”, ne recita uno che consiglia di pensare per se stessi e non impicciarsi nelle faccende degli altri. “Chi imbratta, spazzi” è invece un vero e proprio avvertimento a prendersi le responsabilità delle proprie azioni, proprio come chi, una volta sporcato, dovrebbe pulire. “Chi baratta, imbratta” parla dell’usanza, poco corretta, di cercare di liberarsi delle cose peggiori approfittandone per scambiarle con altre di maggior valore o utilità.

Significato

Il significato del proverbio “Chi tocca la pece s’imbratta” va ricercato nel fatto che ci sono azioni alle quali fanno seguito alcune specifiche conseguenze, le quali sono talvolta inevitabili. Questo detto vuole essere un monito a prestare attenzione a ciò che si fa, perché gli effetti del nostro comportamento si riflettono su di noi.

Origine

L’origine del proverbio “Chi tocca la pece s’imbratta” non è conosciuta. Esiste una locuzione latina che utilizza gli stessi termini, il che fa pensare al fatto che questo detto affondi le radici in un passato molto lontano. È inoltre diffuso anche all’estero, perché ve n’è traccia in lingue come il francese e lo spagnolo. In Italia, la versione più conosciuta sembra derivare dalla saggezza popolare toscana.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963