Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna proverbio Fonte foto: 123RF -yarruta
Proverbi

Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna

Qual è il significato del proverbio Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna? Scopri su Virgilio Sapere in quale contesto viene pronunciato

Facebook Twitter

Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna è un proverbio popolare che spiega come la donna riesca ad ottenere tutto, anche quello che non ottiene il diavolo.

La spiegazione del proverbio

Questo proverbio arriva dalla saggezza popolana. Molto spesso le donne sono vittima di pregiudizi e misoginie e difficilmente si riesce ad andare oltre le righe. Esistono molti detti che indicano la donna in diverse sfere: familiare, lavorativa, bella, brutta, esaltando quelle che sono le qualità, la bellezza, le virtù, la generosità e la sensibilità del genere umano femminile. Ecco, tra quelli che ne esaltano virtù e qualità c’è “Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna”.

È dalla notte dei tempi che la donna viene associata molto spesso alla figura del diavolo. Questa associazione spesso viene intesa come una tentazione o una seduzione. “Quod non potest diabolus mulier evincit” si dice in latino ed è proprio l’etimologia del proverbio stesso, che trova le due origini nella regione laziale. Per cercare la fascia temporale dove collocare la nascita del detto, dobbiamo risalire ai tempi di dame e cavalieri, ovvero del medioevo. Quindi ricordate che “ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna”, perché il diavolo non dispone di quella merce di conquista, di ricatto o di scambio che possiede la donna. La donna ha molta inventiva e in quanto a genialità sa battere addirittura colui che per antonomasia è il più furbo: il diavolo appunto. È un modo di dire che mette un po’ in guardia, ma in realtà indica anche quanto può essere testarda e tenace una femmina nel raggiungere il suo obiettivo.

Altri proverbi simili

Un’altra chiave di lettura per questo detto si può indicare nominando un altro proverbio “le donne ne sanno una più del diavolo”. È un detto che trova la sua origine in una storia leggendaria, narrante un demonio davanti a una donna pretendendo la sua anima. La donna usò la sua furbizia per ottenere dal demonio bellezza, ricchezza e virtù ed eterna giovinezza. La donna chiese al demonio di tenere un pelo dritto tra le mani senza spezzarlo e senza rovinarlo. Ovviamente, dopo dei tentativi, il pelo si ruppe e il demonio perse la sfida. Il proverbio Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna somiglia molto anche a La donna per piccola che sia, vince il diavolo in furberia.

Significato

Cosa significa il proverbio Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna? Il significato è più semplice di quel che si pensa. Proprio come dice la stessa frase, la saggezza popolare un po’ maschilista e fortemente cattolica ricollegava la figura femminile a quella della tentazione e con il detto Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna si vuole sottolineare come il fascino femminile possa addirittura superare le capacità di Lucifero.

Origine

Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna è un proverbio popolare che lega ancora una volta la figura della donna a quella del diavolo. La formula già pronunciata anche in latino e fortemente diffusa nel Lazio, dimostra come anche in passato la religione paragonasse la donna ad una tentazione addirittura maggiore a quella del diavolo.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963