coccodrillo con la bocca aperta Fonte foto: 123RF - surz
Proverbi

Il coccodrillo mangia l'uomo e poi lo piange

Il coccodrillo mangia l'uomo e poi lo piange è un proverbio popolare: ecco quando viene pronunciato e cosa significa

Facebook Twitter

Un proverbio che nasce nella notte dei tempi, come sempre l’antica saggezza popolare ci viene in aiuto e ci insegna a prestare particolare attenzione alle emozioni espresse in modo esagerato da chi ci sta davanti perché spesso non sono veritiere. Il detto, o proverbio antico, il coccodrillo mangia l’uomo e poi piange è la sintesi dell’ipocrisia.

Il significato del proverbio il coccodrillo mangia l’uomo e poi lo piange

Come accennato poche righe sopra, il proverbio il coccodrillo mangia l’uomo e poi lo piange, insegna a prestare attenzione a chi esprime esageratamente alcune emozioni, come il rimorso o il pianto; come il proverbiale detto lacrime di coccodrillo che nasce dall’idea che questo rettile soffrisse di rimorsi dopo aver divorato la propria preda, o come nel caso del coccodrillo femmina, che portando la propria prole da una sponda all’altra tenendola in bocca, soffrisse nella tentazione di divorarne la carne fino alle lacrime.

L’ipocrisia insegnata in modo semplice e diretto, ecco il senso dei proverbi nati dalla saggezza del popolo, il coccodrillo mangia l’uomo e poi lo piange è un chiaro monito a dare il giusto peso a chi finge di provare un’emozione come il dispiacere o il dolore dopo averne arrecato il danno.

Del proverbio il coccodrillo mangia l’uomo e poi lo piange ne esiste più di una versione, come lacrime di coccodrillo ad esempio. Lo sapevate che l’origine di questo proverbio antico parte dall’antica Grecia? Sembrerebbe che la versione primigenia sia stata versare lacrime megaresi per l’ipocrisia degli abitanti di Megara verso gli abitanti di Atene, questi ultimi ritenevano disonesti e bugiardi i megaresi.

Proverbi simili

Tra i proverbi o i tanti modi di dire simili a il coccodrillo mangia l’uomo e poi lo piange che parlano di ipocrisia c’è anche piangere il morto per fregare il vivo esagerando con il dolore verso una situazione sgradevole per approfittarsi delle persone che quel dolore lo stanno vivendo seriamente. Anche menare per il naso o menare il cane/bufalo per il naso ha lo stesso significato: si prende in giro qualcuno esternando emozioni che non si provano davvero al fine di farselo amico ed approfittarsi di lui. Un altro proverbio legato legato alla necessità di pensare prima di agire è non piangere sul latte versato, frase estremamente comune che spiega l’importanza di ragionare prima di agire, così da non dover soffrire per errori commessi.

Significato

Il coccodrillo mangia l’uomo e poi piange è un proverbio di saggezza popolare che viene pronunciato in riferimento a persone che si fingono dispiaciute dopo aver causato un danno. Il significato è legato al tema di finzione di dispiacere che alcune persone mostrano dopo aver arrecato un danno a qualcuno.

Origine

Come moltissimi altri proverbi, anche il coccodrillo mangia l’uomo e poi lo piange si rifà alla tradizione popolare. il proverbio di origine antica vuole mostrare attraverso il suo significato più nascosto come l’ipocrisia si celi in molte persone. Proprio come il celebre lacrime da coccodrillo, anche il coccodrillo mangia l’uomo e poi lo piange vuole evidenziare come sia importante dare il giusto peso a chi finge dispiacere dopo aver causato il danno.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963