Significato del proverbio Apri gli occhi fino al matrimonio, poi cerca di chiuderne uno Fonte foto: 123rf
Proverbi

Apri gli occhi fino al matrimonio, poi cerca di chiuderne uno

Apri gli occhi fino al matrimonio, poi cerca di chiuderne uno è un proverbio di origine popolare che si riferisce all'ambito relazionale.

Facebook Twitter

“Apri gli occhi fino al matrimonio, poi cerca di chiuderne uno” è un proverbio di origine popolare che si riferisce all’ambito relazionale e, in particolare, al vincolo del matrimonio. Può essere letto come un monito, un avvertimento a prestare attenzione prima di legarsi per sempre a una persona. Allo stesso tempo, però, si tratta anche di un invito alla ricerca del compromesso perché il rapporto duri nel tempo.

Il significato del proverbio

Questo detto ha origini popolari ed è legato all’ambito prettamente relazionale. Si potrebbe interpretare come un avvertimento, un invito a portare avanti la conoscenza fino al matrimonio – tenendo sempre gli occhi bene aperti – per poi cedere a un minimo di compromesso dopo le nozze. Perché una relazione sia solida e duratura, infatti, sussiste l’assoluto bisogno di trovare un punto d’incontro tra le due parti, proprio per non guastare l’equilibrio della coppia. Fare attenzione prima delle nozze sembra qui un obbligo, dettato per il nostro bene e per quello della famiglia che sta per formarsi. Dopo, invece, sarebbe bene non tenere troppo ferme le proprie posizioni, per non dividere la coppia e vivere sempre in armonia. Chiudere un occhio, non due. Insomma, cedere ai compromessi ma mai lasciarsi sopraffare dagli eventi.

Proverbi simili e correlati

I proverbi legati al matrimonio e alla coppia sono davvero moltissimi. Tra questi troviamo: “Tra moglie e marito non mettere il dito“; “Né di Venere né di Marte né si sposa né si parte”; “Moglie e buoi dei paesi tuoi“; “Dio li fa e poi li accoppia”; “La buona moglie fa il buon marito”; “Chi nasce è bello, chi si sposa è buono, chi muore è santo”; “Ci vogliono dieci orecchi per trovare una buona moglie”; “L’uomo è il capo della famiglia, la donna è il collo che muove il capo come e quando vuole”; “Chi ha moglie, ha doglie”. E ancora: “Matrimonio all’improvviso, o inferno o paradiso”; “Se son rose…fioriranno”; “Sposa bagnata, sposa fortunata“; “Nel marito prudenza, nella moglie pazienza”; “Al mulino e alla sposa manca sempre qualche cosa”; “Sposati e vedrai, perderai il sonno e più non dormirai”; “Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca”; “Chi divide il letto, divide l’affetto”; “Matrimoni e vescovati, son dal ciel ordinati”; “La tavola e il letto mantengono l’affetto”.

Significato

"Apri gli occhi fino al matrimonio, poi cerca di chiuderne uno" è un proverbio di origine popolare che è legato al rapporto di coppia e, in particolare, al legame che si instaura precedentemente dopo le nozze. È un invito a prestare la giusta attenzione durante il fidanzamento, ma contiene anche un suggerimento che invita al compromesso (nei giusti termini) dopo il matrimonio e per il bene della vita di coppia.

Origine

"Apri gli occhi fino al matrimonio, poi cerca di chiuderne uno" è un proverbio di origine popolare e molto diffuso. Ha radici molto antiche, che si legano all'epoca in cui le nozze assumevano un connotazione molto più solenne dei tempi moderni. La sua valenza è comunque rimasta intatta ed è ancora ampiamente diffuso e utilizzato.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963