Il fatto non si può disfare significato proverbio Fonte foto: 123RF - lightfieldstudios
Proverbi

Il fatto non si può disfare

Del noto proverbio "Il fatto non si può disfare" esistono varianti dal significato molto simile: le cose ormai passate non si possono modificare

Facebook Twitter

Il proverbio “Il fatto non si può disfare” ha lo scopo di ricordare che è difficile riuscire a tornare indietro quando una cosa è stata fatta. Pensiamo, ad esempio, a quando si fa un torto a qualcuno: magari quella persona potrebbe anche decidere di perdonare, ma quello che è stato fatto verrà ricordato e non dimenticato.

Quindi non ha alcun senso stare a rimuginare a lungo su quello che è accaduto, tanto ormai le cose sono andate così.

La spiegazione del proverbio

“Il fatto non si può disfare” è un proverbio con una spiegazione molto chiara: quando una cosa è stata fatta, non si può tornare indietro. L’unica possibilità che si può avere a propria disposizione è quella di accettare le cose per quello che sono. Si tratta di un modo di dire molto saggio, perché vuole ricordarci che non si possono cambiare le cose, per cui non ha alcun senso crogiolarsi in pensieri su come si possono modificare quando ormai sono andate così. Sarebbe tempo perso.

I collegamenti con una frase che arriva dal passato

Il proverbio “Il fatto non si può disfare” ha il significato molto simile alla frase utilizzata da Shakespeare nel Macbeth quando scrive “Quel che fatto è fatto”, che in inglese suona così: “What’s done is done”. Ma non solo perché una locuzione con il medesimo significato veniva utilizzata già ai tempi degli antichi romani. Quindi è facile che il detto possa presumibilmente derivare da una frase in uso ancora oggi, ma con origini molto antiche, che è stata inserita in testi sia da Plauto che dal grande drammaturgo e poeta inglese vissuto tra il XVI e il XVII secolo.

Altri proverbi simili

Come accennato il proverbio “Il fatto non si può disfare”, possiede diverse varianti dal significato molto simile, se non uguale. Una di queste è “Chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato”, che vuole far intendere che ciò che è stato è stato: se il fatto è ormai accaduto è impossibile tornare indietro. Un altro proverbio simile – come già accennato – è “Quel che fatto è fatto”, ovvero non serve recriminare su ciò che è ormai successo, ma bisogna guardare al futuro.

Infine, significato differente ma che rientra in quei proverbi che vogliono trasmettere un messaggio sui comportamenti delle persone, possiamo citare “Quel ch’è fatto è reso” che significa che quello che si fa, sia in positivo sia in negativo, viene restituito.

Significato

“Il fatto non si può disfare” ha un significato particolare, che suggerisce alle persone di non preoccuparsi di ciò che ormai è avvenuto. Quindi che  se una cosa è stata eseguita, ormai non si può più tornare indietro, indicando che gli eventi del passato non si possono cambiare. Questo vuole dire che non ha senso rimuginare sulle cose, perché si perderebbe tempo dal momento che ormai sono andate così.

Origine

L’origine del proverbio non è chiara, ma vi sono modi di dire simili che rimandano a questo. Come abbiamo visto sia in un’opera di Shakespeare (il Macbeth) che in una locuzione con origine latina. È molto probabile, dunque, che questa frase sia una derivazione di altri detti ugualmente noti e conosciuti.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963