A San Martino, apri la botte e assaggia il vino: origine del proverbio
Proverbi

A San Martino, apri la botte e assaggia il vino

Facebook Twitter

Il proverbio “A San Martino, apri la botte e assaggia il vino” è un detto popolare molto famoso in Italia che viene associato al giorno di San Martino e indica che il mosto presente nelle botti è pronto per essere aperto e bevuto. Lo stesso proverbio è citato anche nella celebre poesia di Giosuè Carducci.

Il significato del proverbio

È un proverbio che simbolicamente viene associato alla data dell’11 novembre, quando si festeggia San Martino e per l’occasione si assaggia il vino nuovo. Il detto originale recita “a San Martino si spilla la botte e si assaggia il vino”, un’occasione quindi di ritrovo e di festeggiamenti nei quali si brinda stappando il vino novello e molte cantine aprono le porte alle degustazioni, accompagnate spesso da dolci tipici della regione in cui si è.

La leggenda di San Martino è molto famosa e fa da base per la tradizionale festa cristiana nazionale che di solito dura dai due ai tre giorni. Nella tradizione popolare, a San Martino di solito venivano ricontrattati i contratti dei lavoratori agricoli, nel caso in cui i contratti non venivano rinnovati i contadini andavano a cercare altri padroni (per questo San Martino spesso è collegato anche con i traslochi).

Altri proverbi simili

Il proverbio ha moltissime declinazioni dialettali in tutta Italia. A seconda della regione in cui siamo, viene detto con una formula dialettale diversa, tra le più famose possiamo indicare le seguenti: A San Martin ël most a l’é vin, che sta a significare letteralmente “a San Martino il mosto è vino”: in Lombardia, Per San Martìin, töt el mùust l’è vìin; in Veneto, A San Martin tuto el most deventa vin; nelle Marche, San Martì ogni mosto diventa vi’; in Sicilia, A San Martino ogni mustu è vinu. Se dal dialetto passiamo alla lingua popolare italiana, troviamo dei detti simili come “a San Martino il mosto diventa vino novello”, ovviamente il significato è pressappoco lo stesso. Un altro proverbio molto simile è anche “San Martino nella botte bolle il vino”, una massima che indica anche il modus operandi dei contadini per la vinificazione.

Significato

Il significato del proverbio “A San Martino, apri la botte e assaggia il vino” è da ricercarsi nella convivialità di uno dei momenti topici della vita contadina. Affonda le sue radici nel passato di un’Italia che si sporcava le mani, che cercava di offrire solo il meglio, che non si fermava di fronte a nulla. Un’Italia laboriosa, che tuttavia si prendeva un momento per sé aprendo la botte e assaggiando il vino a San Martino.

Origine

Le origini del proverbio “A San Martino, apri la botte e assaggia il vino” sono indubbiamente da trovare nell’antica tradizione contadina. Un detto comunissimo al Nord Italia in particolare, legato alla vita di campagna, ma anche a un momento di festa che ha sempre significato tanto. Associato all’11 novembre, è legato a doppio filo con i festeggiamenti di San Martino.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963