Sulla pelle della serpe nessuno guarda alle macchie proverbio Fonte foto: 123RF - steve_byland
Proverbi

Sulla pelle della serpe nessuno guarda alle macchie

Il proverbio "Sulla pelle della serpe nessuno guarda alle macchie" vuole indicare che per le persone negative non si guarda a ogni loro difetto

Facebook Twitter

I giudizi sono sempre peggiori quando si parla di una cosa bella, mentre nelle persone o negli eventi brutti non ci si ferma a guardare ogni singolo aspetto: questo è il senso principale del noto proverbio “Sulla pelle della serpe nessuno guarda alle macchie”. Si tratta, molto probabilmente di un proverbio di origine toscana, tra quelli che utilizzano metafore del mondo animale per parlare di caratteristiche degli uomini.

Inoltre va sottolineato che il serpente è un animale molto particolare, perché è un importante e diffuso simbolo mitologico, noto anche nella tradizione cristiana.

La spiegazione del proverbio

La spiegazione del proverbio “Sulla pelle della serpe nessuno guarda alle macchie” è molto semplice. Su una persona di cattivo carattere, o negativa, nessuno si soffermerà ad analizzare ogni singolo difetto. Perché quello che cattura l’attenzione è il risultato generale.

Diverso, invece, è ciò che accade alle persone buone o agli aventi positivi. Nel giudicare, infatti, si tende a essere più severi e inflessibili. Il perché è chiaro: lì un vizio o una debolezza si notano maggiormente.

Il serpente

Come accennato il serpente è un animale ricco di simbolismi, non addentrandoci su tutta la tradizione del passato che si lega alla sua figura, basti pensare al suo ruolo nella religione cristiana. Da quello che tenta Eva nel giardino dell’Eden fino al bastone di Mosè che si trasforma proprio in un serpente, per fare due esempi. Ma si tratta di un animale che si ritrova spesso nelle culture del passato e nelle religioni. Nel nostro proverbio il serpente è visto in un’accezione negativa.

Altri proverbi con significati simili

Tanti detti parlano di persone con aspetti negativi, proprio come “Sulla pelle della serpe nessuno guarda alle macchie”, che addirittura afferma che in questa tipologia di individui non si guarda tanto a ogni singolo vizio, ma più all’insieme.

Nelle belle muraglie si genera la serpe”, che vuol porre l’attenzione sul fatto che anche nelle situazioni più belle e tranquille si possono trovare complicazioni inaspettate.

Il cuor cattivo rende l’ingratitudine per beneficio”, invece, ci ricorda che una persona cattiva quando è destinataria di un gesto buono e altruista, non è grata.

Il male non sempre sta dove si pone”, sottolinea che non sempre le cose brutte accadono alle stesse persone e che quindi la sventura prima o poi passerà. Si tratta di un proverbio dal significato diverso, ma dal quale emerge le tante accezioni che hanno le cose negative nei detti popolari.

Significato

“Sulla pelle della serpe nessuno guarda alle macchie” è un proverbio che nel suo significato pone l’accento sul fatto che i difetti, nelle persone negative, non verranno osservati singolarmente. Sarà, infatti, più facile che ci si concentri sull’aspetto generale della persona. Diverso, invece, è ciò che accade alle persone buone, per le quali il giudizio sarà sempre più implacabile.

Origine

“Sulla pelle della serpe nessuno guarda alle macchie” ha un’origine antica che deriva dalla saggezza popolare. Fa parte di quei proverbi che si affidano alle metafore del mondo animale, per evidenziare aspetti o atteggiamenti delle persone. La sua genesi potrebbe essere avvenuta in Toscana, viene infatti segnalato come proverbio di quella regione italiana.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963