Video

Perché Napoli è detta partenopea?

Bella, magica e tutta da scoprire: Napoli è una città meravigliosa. Ma perché si chiama "partenopea"? La storia di un mito.

Facebook Twitter

Il termine "partenopea" si utilizza spesso come sinonimo di "Napoli", ma qual è il significato di questo termine? Quale sono le sue origini tra storia e leggenda?

Perché Napoli è detta partenopea

Nel linguaggio comune il termine "partenopeo" è usato come sinonimo di "napoletano" per indicare una persona originaria di Napoli. Questo nome curioso e piuttosto lontano dal napoletano in realtà proviene dal termine latino "parthenope". L’etimologia della parola ha quindi delle basi molto antiche, addirittura legate alla mitologia greca. Secondo la leggenda "parthenope" era il nome di una bellissima sirena. E qui il racconto si intreccia con l’Odissea: il mito infatti racconta che nella veste di sirena ammaliatrice Partenope portò molti naviganti alla morte. Sino all’incontro con Ulisse che, non cedendo alle lusinghe della bella sirena (si incatenò all’albero maestro della sua nave), la fece innamorare follemente fino a condurla al suicidio.

Alla sua morte il corpo della sirena venne trasportato dalle onde in un golfo di rara bellezza dove fu sepolta, questo luogo incantato era il Golfo di Napoli. Qui sorge l’attuale capoluogo campano, la città del Vesuvio e del Maschio Angioino, di Castel dell’Ovo e di Piazza del Plebiscito, che ha mantenuto questa eredità millenaria chiamando i propri nativi partenopei.

Ma qua e là si leggono anche altre storie. Una di esse narra di una leggiadra fanciulla di nome Parthenope (che in greco significa "vergine") che viveva in Grecia e amava trascorreva molte ore del giorno seduta sugli scogli a guardare il mare pensando al suo amato, il giovane Cimone, ed al suo amore contrastato. Un giorno i due giovani decisero di fuggire e, dopo un viaggio interminabile, giunsero in una nuova terra fertile e accogliente che sarebbe poi diventata Napoli.

Le curiosità e le leggende su Napoli

Grazie al suo clima mediterraneo, con inverni miti ed estati calde, Napoli può sicuramente ambire ad essere considerata una delle più belle città del Mediterraneo. Il suo nome ha origini antichissime e deriva dal termine greco Neapolis che significa "città nuova". In particolare le sue radici affondano in un passato fatto di leggende, miti e luoghi remoti che si possono scoprire visitando gli scavi fatti per la metro di Piazza Municipio. Ma anche ammirando le mura ancora visibili a Piazza Bellini o fermandosi a contemplare il golfo di Napoli, il luogo da cui tutto è iniziato.

Neapolis nasce nel VI secolo a.C. e si sviluppa come una delle città più importanti della Magna Grecia per poi essere conquistata dai Romani nel 326 a.C. fino ad arrivare ad essere una città mercantile e porto sicuro di approdo per i naviganti dell’epoca. Dopo l’età medievale con la costituzione del Ducato di Napoli ed il successivo periodo normanno-svevo, Napoli passa attraverso le diverse epoche storiche fino a raggiungere la piena maturità con il Regno d’Italia e la sua unificazione al resto della penisola.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963