Chi ha goduto la carne poi goda le ossa Fonte foto: 123RF
Proverbi

Chi ha goduto la carne poi goda le ossa

Il proverbio "Chi ha goduto la carne poi goda le ossa", descrive perfettamente circostanze che possono accadere ad ognuno di noi, senza distinzione.

Facebook Twitter

I detti popolari e i proverbi utilizzano spesso il cibo come metafora per descrivere le esperienze dell’esistenza umana, così variegata ma con situazioni che difficilmente riescono a cambiare nel tempo.

È il caso del modo di dire “Chi ha goduto la carne poi goda le ossa“, che, tramite una simbologia tipica dell’antichità, descrive perfettamente circostanze che possono accadere ancora oggi a ognuno di noi.

L’interpretazione del proverbio

A tutti noi sarà capitato di incontrare sul nostro cammino una persona che pensava di essere più furba degli altri. E magari proprio lei, che pensava di aver imbrogliato tutti con quella presunta astuzia, si è ritrovata a dover affrontare le conseguenze delle sue malefatte.

È proprio questo il significato del proverbio “Chi ha goduto la carne poi goda le ossa“: l’antico modo di dire ci mette in guardia ricordandoci che quando riusciamo a ottenere qualcosa che desideravamo ardentemente, magari attraverso cattive azioni, furfanterie o mascalzonate, dovranno poi sobbarcarsi anche le conseguenze.

In parole povere, quando riusciamo ad addentare una bella bistecca succulenta, ottenuta con qualche inganno, ci spettano anche le ossa, la parte meno prelibata e non destinata a essere gustata come la carne più tenera.

Altri proverbi simili e collegati

Come già accennato, sono tanti i proverbi che utilizzano il cibo – e nel caso specifico la carne – per descrivere circostanze della vita quotidiana.

Probabilmente tra i più famosi c’è “Non bisogna metter tanta carne al fuoco“, che suggerisce che non bisogna fare più di quanto si sia in grado. Il proverbio è un consiglio ad affrontare le cose poco per volta e a prendere in carico solamente quanto si è capaci di gestire e di portare a termine.

Il modo di dire “Chi ha goduto la carne poi goda le ossa” però si può ricondurre, utilizzando alla sua interpretazione meno letterale, anche a un altro detto che ha a che fare con la furbizia: si tratta dell’espressione “Tutte le volpi si ritrovano in pellicceria“, che vuole ricordarci che il finale sarà uguale per tutti, anche per tutte quelle persone che sono (o si credono) più furbe delle altre.

Significato

Il detto "Chi ha goduto la carne poi goda le ossa", ci ricorda che come chi è riuscito ad addentare una bella bistecca succulenta, poi dovrà assaporare necessariamente anche le ossa, così chi ha ottenuto ciò che desiderava ardentemente dovrà assumersi la responsabilità delle sue azioni.

Origine

Il proverbio in questione è difficile da collocare nel tempo: risalente ai secoli addietro, nato dalla saggezza dei nostri bisnonni, è giunto fino a noi con un significato chiaro e incorrotto.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963