Sposa con il bouquet Fonte foto: 123RF - alekseymatrenin
Proverbi

Una donna è ben sposata se non ha suocera e cognata

Cosa significa l'antico proverbio Una donna è ben sposata se non ha suocera e cognata: scopri la sua spiegazione, la sua origine e le varianti

Facebook Twitter

Una donna è ben sposata se non ha suocera e cognata” è un antico proverbio popolare che parla del matrimonio e del rapporto all’interno di una famiglia. Questa frase, per assurdo, sostiene che il solo modo per avere un matrimonio felice è quello di non aver a che fare con la suocera e con la cognata, ovvero con la madre e con la sorella dello sposto.

La spiegazione del proverbio

Il proverbio “Una donna è ben sposata se non ha suocera e cognata” utilizza una metafora per fare una riflessione sulla vita in famiglia dopo un matrimonio, partendo dal punto di vista della sposa. L’antico adagio si fonda sul luogo comune secondo cui non corre buon sangue tra la sposa, la suocera e la cognata. Storicamente, infatti, secondo la credenza popolare, i rapporti tra suocera e nuova sono considerati molto complicati e al tempo stesso, anche quelli tra cognate.

Il modo di dire mette al centro la donna e viene utilizzato anche come monito prima di sposarsi: serve a mettere in guardia la novella sposa dalle conseguenze del matrimonio, ponendo l’attenzione sulle parentele acquisite, in particolar modo con la suocera, che è la madre dello sposo, e con l’eventuale cognata, ovvero sia la sorella del futuro marito.

La storia è piena di esempi che raccontano di rapporti burrascosi tra la suocera e la nuora. Alcune madri, anche quando i figli crescono, tendono ad essere sempre molto protettive: questo genera un attrito con le nuore. La sposa, dal punto di vista della madre, può essere vista come la donna che si sostituirà a lei una volta che il figlio l’avrà presa in matrimonio: un motivo di conflitto che potrebbe causare tanti problemi a livello famigliare.

Proverbi simili, collegati e varianti

Del proverbio “Una donna è ben sposata se non ha suocera e cognata” esiste una variante in dialetto siciliano che recita “Bona maritata, senza sòggira e cugnata”. I temi del matrimonio, del rapporto di coppia e della famiglia, inoltre, sono molto ricorrenti nel variegato mondo dei proverbi. Si parte dai famosissimi “Sposa bagnata, sposa fortunata” e “Né di Venere, né di Marte, non si sposa né si parte” passando per “Matrimoni e vescovati, son dal cielo ordinati” fino ad arrivare a “Marito e figli come Dio te gli dà, così te li pigli”.

Significato

Il proverbio serve a indicare che dopo il matrimonio, una donna deve far fronte a due figure che potrebbero complicare la sua vita all'interno della famiglia: la suocera e la cognata, rispettivamente la madre e la sorella dello sposo. L'adagio viene utilizzato per mettere in guardia la futura sposa e spesso anche come un modo per esorcizzare, in maniera ironica e goliardica, la sua decisione di sposarsi.

Origine

L'origine del proverbio non è conosciuta: pur essendo molto diffuso in gran parte d'Italia, non è possibile risalire con esattezza alla zona dove ha avuto inizio la sua diffusione e nemmeno al suo autore. Si tratta comunque di un proverbio molto antico, tramandato per via orale tramite la proverbiale saggezza popolare.

Varianti

  • Sicilia: Bona maritata, senza sòggira e cugnata

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963