Lungo digiuno caccia la fame: origine Fonte foto: iStock
Proverbi

Lungo digiuno caccia la fame

Facebook Twitter

Il proverbio “lungo digiuno caccia la fame” è un detto italiano che trova la sua origine nella saggezza popolare. È un detto che indica come stando lontani da qualcosa che fa gola, si riesce a far passare l’appetito, nonostante magari l’abbiamo desiderata per tanto tempo.

La spiegazione del proverbio

La fame, si sa, è una brutta bestia, specie in periodi molto particolari in cui magari non può essere saziata. In questo caso non si parla solamente delle canoniche diete, nemmeno dei programmi di dimagrimento rari e poco controllati. Il detto “lungo digiuno caccia la fame” fa più pensare a un modo di dire tramandato dalla saggezza popolare per indicare che quando si è lontani da qualcosa che si desidera ardentemente per molto tempo, quel desiderio poi si attenua talmente tanto fino a sparire.

Altri proverbi simili

Lungo digiuno caccia la fame” è un proverbio che per tantissimi versi ne richiama uno molto famoso “la fame caccia il lupo dal bosco”, ma il suo significato è diverso perché in questo caso si intende dire che una persona che ha davvero bisogno, si spinge molto lontano dalla sua zona di comfort esattamente come il lupo si allontana dal bosco per procacciare il cibo. Parlando di fame e di cibo, viene facile nominare il detto “quando la fame entra dalla porta, l’amore esce dalla finestra”, un proverbio che indica perché a volte, quando dentro una casa si iniziano a patire disagi economici, le relazioni iniziano a venire meno e i rapporti diventano sempre più tesi.

La fame nei proverbi identifica più genericamente la povertà o le ristrettezze finanziarie, e in generale le difficoltà legate al patrimonio. Continuando a ruotare intorno alla fame, abbiamo un altro proverbio che calza a pennello: “ventre digiuno non bada a nessuno”, ovvero chi è mosso dalla fame o dalla lotta per la sopravvivenza, non può permettersi di pensare alle esigenze degli altri.

E ancora c’è “la fame è cattiva consigliera”, un detto che indica come le esigenze spesso portino a decisioni precipitose e poso ragionate. La saggezza popolare insegna anche che “quando la fame assale, la musica non vale”. Quando, cioè, i beni essenziali vengono meno, come il cibo, tutto il resto passa in secondo piano. La musica, che simboleggia i comfort della vita, smette di essere ascoltata. Chi ha fame, d’altronde, spenderà tutti i suoi soldi per comprare del cibo, e non destinerà nessuna percentuale del proprio budget al divertimento.

Significato

Il significato del proverbio “Lungo digiuno caccia la fame” è interessante, perché mostra uno dei lati caratteriali più diffusi: a volte siamo ossessionati da qualcosa, ma l’ardore tende a svanire con il tempo, soprattutto quando alla fine non otteniamo il riscontro che abbiamo a lungo sperato. È un modo di dire che ci insegna ad avere pazienza: se le cose belle devono capitare, capiteranno quando meno ce lo aspettiamo.

Origine

L’origine del proverbio “Lungo digiuno caccia la fame” deriva della tradizione popolare contadina. Nel passato, le lunghe attese generavano spesso false illusioni: per questo motivo, i contadini invitavano ad avere fede nella provvidenza.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963