"Infelice la sposina se vive con la suocera e la cognata": spiegazione Fonte foto: iStock
Proverbi

Infelice la sposina se vive con la suocera e la cognata

Qual è il significato del proverbio “Infelice la sposina se vive con la suocera e la cognata”? Scopri l’origine e la spiegazione su Virgilio Sapere

Facebook Twitter

Tantissimi sono i proverbi che parlano di matrimonio, essendo questa una delle fasi della vita più importanti per una coppia. Il detto “Infelice la sposina se vive con la suocera e la cognata” fa riferimento alla saggezza popolare, che vorrebbe un destino non proprio roseo per i coniugi che vivono nella stessa casa (o comunque a poca distanza) dalla famiglia del marito.

La spiegazione del proverbio

“Infelice la sposina se vive con la suocera e la cognata” è un proverbio calabrese che vuole mettere in allerta la futura moglie da quella che è, quasi per antonomasia, una delle situazioni più classiche in cui ci si può trovare dopo il matrimonio. Un tempo, infatti, era normale entrare a far parte della famiglia del marito e addirittura andare a vivere con essa, dovendo iniziare a rapportarsi quotidianamente con la suocera e le eventuali cognate. Ovviamente tutto ciò può comportare molte difficoltà, se non anche una sorta di “competizione” tra suocera e nuora, che sfocia in un rapporto conflittuale di cui da secoli si parla – anche in maniera piuttosto ironica. Volendo approfondire un po’ il proverbio, è facile intuire che si tratta di un monito a far sì che il proprio marito sciolga il cordone ombelicale, se non si vuole vivere una vita matrimoniale infelice, caratterizzata da un’invadenza che, seppur sopportata dall’uomo, è sicuramente molto penosa per sua moglie.

Proverbi simili e collegati

In merito al difficile rapporto tra suocera e nuora ci sono molti proverbi. Alcuni dei più famosi sono “In Paradiso c’è una sedia preparata per la prima nuora e suocera che sono andate d’accordo”, “Ben maritata è quella sposa che è senza suocera e cognata” (o, in un’altra versione, “Per un buon matrimonio, né suocera né cognata”), “Fra la suocera e la nuora il diavolo lavora”, “Tanto devi durare, suocera mia, in casa quanto dura la neve di marzo”, “Suocera cieca, nuora avventurata”, “Suocera e nuora, tempesta e gragnola”, “Sempre combatte la suocera con la nuora”.

Vi sono poi moltissimi proverbi che parlano in generale di matrimonio: “Moglie e buoi dei paesi tuoi”, “Sposa bagnata, sposa fortunata”, “La buona moglie fa il buon marito”, “Tra moglie e marito non mettere il dito”, “Per fare un buon matrimonio, ci vuole l’uomo sordo e la donna cieca”, “Se ti sposi ti pentirai e se non ti sposi ti pentirai lo stesso”, “Il matrimonio comincia in nome di Dio e finisce in quello del Diavolo”, “Il matrimonio è come la morte, pochi ci arrivano preparati”, “Matrimonio all’improvviso, o inferno o paradiso”.

Significato

Il proverbio “Infelice la sposina se vive con la suocera e la cognata” fa riferimento alla classica contrapposizione tra nuora e suocera, a quella “rivalità” che spesso si instaura tra queste due figure. Secondo un cliché particolarmente diffuso, in effetti, la suocera sarebbe solita mettere i bastoni tra le ruote alla moglie di suo figlio, probabilmente per una sorta di gelosia. E questo rapporto travagliato coinvolge anche le eventuali cognate, in un conflitto tutto al femminile.

Origine

“Infelice la sposina se vive con la suocera e la cognata” è un proverbio di origine calabrese. La versione originale recita infatti “Sbenturata ‘a maritata chi campa cu ‘a socera e ‘a canata. Probabilmente, affonda le sue radici nella saggezza popolare, che da sempre parla di un rapporto travagliato tra suocera e nuora.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963