Un piatto di insalata di una donna che segue una dieta bilanciata Fonte foto: 123RF
Proverbi

Mente lieta, vita quieta e moderata dieta

Più che un proverbio è un'indicazione medica che affonda le sue radici nella Scuola medica salernitana, una delle più antiche istituzioni sanitarie

Facebook Twitter

Questo proverbio entrato di diritto in quelli più diffusi della saggezza popolare ci spiega qual è il segreto della felicità. In realtà si tratta di un vero e proprio consiglio medico, di una delle organizzazioni sanitarie storicamente più importanti in Italia. “Mente lieta, vita quieta e moderata dieta” è una frase che deriva infatti dai principi della Scuola medica salernitana, considerata la prima e più importante istituzione medica in Europa nel Medioevo. Fondata nel IX secolo, è considerata da molti studiosi come un prototipo delle moderne università.

Il significato di questo proverbio

“Mente lieta, vita quieta e moderata dieta” è una vera e propria prescrizione fatta dai medici della Scuola salernitana. Indica che per vivere bene bisogna essere felici e intrattenere il cervello, concedersi delle pause fatte di silenzio, utili per pensare ed eliminare lo stress che proviene dal mondo che ci circonda, e che dobbiamo mangiare in maniera sana. Niente abbuffate, né rumori o situazioni negative, dunque, sarebbero i principi da seguire per vivere una vita piena e soddisfacente, al riparo dal dolore, dalla malattia e dall’esaurimento.

Il passaggio da cui si è originato questo detto è in realtà più lungo e approfondito e contiene alcune pratiche su cui si fondavano gli insegnamenti della Scuola medica salernitana. La formula originale, contenuta nel Regimen Sanitatis Salernitanum, manuale pubblicato tra il XII e il XIII secolo, recita quanto segue. “Perché il sonno ti sia lieve, la tua cena sarà breve. Se gli umor serbar vuoi sani, lava spesso le tue mani. Se non hai medici appresso, farai medici a te stesso questi tre: anima lieta, dolce requie e sobria dieta”.

E allora possiamo dire che per dormire bene bisogna mangiare poco e leggero. Per non contrarre infezioni, e dunque produrre catarro o muco, bisogna lavarsi spesso. E quando non ci sono medici nelle vicinanze, meglio cercare un po’ di felicità, riposare e cibarsi in maniera sana. Lievemente distorti, questi principi sono arrivati a noi nella forma “Mente lieta, vieta quieta e moderata dieta”.

Altri proverbi dal significato simile

Tra le tante indicazioni salutistiche e tra i tanti consigli medici che troviamo nel mondo dei proverbi, e che hanno un fondamento di verità, troviamo il detto per cui “Bisogna mangiare per vivere e non vivere per mangiare“, che ci invita a osservare una dieta equilibrata. E ancora meglio idratarsi ricordando questo comandamento: “Bevi l’acqua come il bue e il vino come il re“. E per dormire bene sembrerebbe che non ci sia niente di meglio di una buona insalata. Infatti “Un piatto di lattuga l’insonne mette in fuga“.

Significato

Per stare bene e in buona saluta bisogna essere felici, dormire bene e mangiare in modo equilibrato.

Origine

Questa frase fa la sua comparsa nel Regimen Sanitatis Salernitanum, il manuale usato dagli studenti della Scuola medica salernitana, pubblicato tra il XII e il XIII secolo. La Scuola medica salernitana è considerata una delle prime università della storia, con un corso di studi di 8 anni in cui venivano formati i dottori e altri corsi di filosofia, storia e diritto.

Varianti

  • Campania: Anima lieta, dolce requie e sobria dieta

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963