Statue dei Santi Coronati, ricordati per la loro fama e non i loro possedimenti Fonte foto: 123RF
Proverbi

Ogni bene infine svanisce, ma la fama non perisce

Il tempo che passa può essere un grande nemico dell'uomo se la sua condotta non rispetta la morale comune, come insegna ance questo antico proverbio

Facebook Twitter

Ogni bene infine svanisce, ma la fama non perisce” è un proverbio che cela dietro delle semplici parole un’importante verità. Ed è soprattutto un monito che dobbiamo tenere a mente in ogni istante delle nostre vite, per seguire la strada corretta per stare bene con noi stessi e con gli altri, in un mondo che troppo spesso rischia di buttarci giù e farci perdere di vista ciò che realmente è importante. Come tanti altri detti della saggezza popolare, infatti, anche questo ci mette in guardia dai possedimenti materiali, e il suo significato è molto più profondo di ciò che appare.

Il significato di questo proverbio

La frase “Ogni bene infine svanisce, ma la fama non perisce” spiega che gli oggetti e i soldi prima o poi smettono di funzionare o finiscono, mentre l’impressione che gli altri hanno di noi è un testamento che continua a esistere anche molto tempo dopo la nostra dipartita. Per questo non dobbiamo cercare di arricchirci a ogni costo e a discapito delle persone che ci circondano, considerando che la nostra fama, intesa non come successo o traguardo lavorativo, ma come opinione altrui sul nostro conto, continuerà a sopravvivere anche quando ogni altra cosa sarà venuta meno.

Il detto sottolinea dunque che dobbiamo comportarci nel migliore dei modi, perché il nostro conto in banca potrebbe improvvisamente svuotarsi o riempirsi, e ogni oggetto che possediamo potrebbe andare perso, essere rubato o rovinarsi. L’affetto e la stima che gli altri nutrono per noi, invece, saranno ancora lì, dopo i nostri successi, dopo le nostre cadute e, in un’ultima analisi, anche dopo la nostra morte.

“Ogni bene infine svanisce, ma la fama non perisce” ci invita inoltre a non essere avidi o parsimoniosi, soprattutto davanti a una richiesta di aiuto da parte di una persona in difficoltà o in sofferenza. Tanto i soldi, in un modo o nell’altro, finiranno. Il bene che abbiamo fatto, invece, rimarrà, e testimonierà anche ai posteri le persone che siamo state quando eravamo in vita. Come tanti proverbi, dunque, anche questo sottolinea come il vil denaro non abbia in realtà un gran valore rispetto alle cose davvero importanti della vita.

Altri proverbi con significati simili

Un altro detto molto simile ricorda invece che l’aspetto fisico sfiorisce, esattamente come le cose materiali. Si dice infatti che “Ogni bello alfin svanisce, ma la fama mai perisce“. D’altronde la saggezza popolare sottolinea come “La morte ci rende uguali nella sepoltura, disuguali nell’eternità“, e che a poco conta la ricchezza avuta in vita se poi il ricordo che si ha di noi è negativo. “I soldi non danno la felicità“, dunque, ma neanche aiutano a essere ricordati in positivo.

Significato

Le cose materiali si perdono nel tempo, mentre l'idea la gloria è eterna. Durante il corso della vita è meglio rinunciare ai propri possedimenti e all'avarizia, per fare del bene che verrà ricordato per sempre e lasciare un ottimo ricordo di chi siamo stati.

Origine

Non si sa quando questo proverbio ha avuto origine. Come tanti altri detti ha infatti radici in tempi remoti. Non è possibile risalire al suo autore o a un determinato periodo della Storia, considerando che tratta un tema universale e manco gli elementi per fare supposizioni.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963