A dx, scritta “Si scrive senzaltro o senz'altro? Scopri come si scrive...” su quaderno con spirale su tavolo in legno; a dx, mouse; sopra, parte di tastiera di pc
Come Si Scrive

Si scrive senzaltro o senz'altro?

Facebook Twitter

La grafia corretta è senz’altro, con un apostrofo tra il primo e il secondo termine. Senza subisce infatti un’elisione, ossia la soppressione della vocale finale e – che secondo la regola si segnala con un apostrofo – davanti alla vocale della parola che segue, la a del pronome indefinito altro.

In questo modo si evita la formazione di uno iato dovuto alla presenza della a finale di senza e di quella iniziale di altro, vocali identiche e consecutive che comunque non sarebbero ammesse nell’ortografia della nostra lingua. In italiano, infatti, non esistono parole che presentano una doppia a, fatta eccezione per termini stranieri o derivati da forestierismi – ne sono esempi afrikaans, maastrichtiano, kierkegaardiano.

Ciò che accade con la locuzione avverbiale senz’altro è quindi del tutto simile a quanto succede in tutt’altro, ma anche tutt’oggi, d’altronde, quant’altro, poc’anzi o d’accordo. In questi casi, infatti, non si verifica alcuna univerbazione e i due termini iniziali non si fondono per dare vita a una terza parola come si evince invece in finora, tuttora, qualora, talora e talvolta; qui, infatti si è prodotto il troncamento dell’ultima vocale del primo lemma.

Per concludere riportiamo alcuni esempi in cui è chiara la grafia e la funzione di senz’altro, utilizzato sempre come sinonimo di certamente, sicuramente, senza dubbio alcuno.

Esempio 1: Verrò senz’altro alla tua laurea

Esempio 2: Ernesto è senz’altro una mente fuori dal comune

Esempio 3: “Mi porti a pattinare sul ghiaccio domani?” “Senz’altro

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963