Inserisci la rima che vuoi cercare

Rima con: Persona

Sostantivi

bissona, fracassona, grassona, musona, abborracciona, accattona, acciabattona, allegrona, ancona, annona, anona, antifona, armeggiona, arruffona, arzigogolona...

Verbi

impersona, assona, blasona, clacsona, consona, dissona, immusona, risona, sona, abbandona, abbona, abbottona, abbuona, accantona, accappona...

Leggi tutto >>

Più modi di dire: Inizio

principio (s.m.), avvio (s.m.), avviamento (s.m.), partenza (s.m.), attacco (s.m.), esordio (s.m.), debutto (s.m.), primo periodo (s.m.), origine (s.m.), albori (s.m.), primordi (s.m.), infanzia (s.m.)...

Leggi tutto >>

La parola di oggi è: draconiano


Aggettivo
draconiano
(storia) di Dracone (per estensione) legge o disposizione eccessivamente dura
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce DRACONIANO del Wikizionario

La citazione del giorno

«Chi non vuol lavorare, non mangi. (Tessalonicesi II, 3, 10)»

San Paolo

Il Santo di oggi

a cura di Edizioni Paoline

S. Giuseppe Sebastiano Pelczar

Fonda la congregazione delle Ancelle del Sacro Cuore di Gesù

Giuseppe Sebastiano Pelczar nacque il 17 gennaio 1842 a Korczyna, un piccolo paese ai piedi dei monti Carpazi, presso Krosno. Passò l'infanzia nel paese natio, crescendo in un'atmosfera permeata dall'antica religiosità polacca che regnava nella casa dei suoi genitori, Adalberto e Marianna Miesowicz. Completato il sesto anno di scuola entrò nel Seminario Minore e, nel 1860, iniziò gli studi teologici presso il Seminario Maggiore di Przemysl. Il 17 luglio del 1864 venne ordinato sacerdote, e per un anno e mezzo fu vicario della parrocchia di Sambor. Diventò membro attivo della Società di San Vincenzo de' Paoli e della Società dell'Educazione Popolare della quale fu preside sedici anni. In quel periodo, la Società dell'Educazione Popolare fondò centinaia di biblioteche, organizzò molti corsi gratuiti e distribuì tra la gente più di centomila libri, come pure aprì una scuola per le persone di servizio. Nel 1891, per iniziativa di Don Pelczar, venne fondata la Confraternita della Santissima Maria Vergine Regina della Polonia, che, oltre agli scopi religiosi, svolgeva funzioni sociali, come l'aiuto agli artigiani, ai poveri, agli orfani e ai servi malati, specialmente a quelli disoccupati. Sotto la spinta dei gravi problemi sociali del tempo, sicuro di interpretare la volontà di Dio, nel 1894 fondò a Cracovia la Congregazione delle Ancelle del Sacro Cuore di Gesù, ponendo come suo carisma la diffusione del Regno dell'amore del Cuore di Gesù. Nel 1899 venne nominato vescovo ausiliare di Przemysl e un anno dopo Ordinario di quella Diocesi, della quale per venticinque anni fu un pastore zelante, promuovendo il bene delle anime a lui affidate. Morì la notte tra il 27 e il 28 marzo del 1924 lasciando il ricordo di un uomo di Dio, che nonostante i tempi difficili in cui ebbe a vivere ed operare, faceva sempre la volontà del suo Signore. E' stato canonizzato da Giovanni Paolo II a Roma il 18 maggio 2003.

Altri santi: S. Bassiano, S. Mario, Ss. Faustina e Liberata di Como

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti