Il Santo del giorno 13 Giugno

a cura di Edizioni Paoline

S. Antonio di Padova, monaco

Patrono di Lisbona, invocato per ritrovare oggetti smarriti

Antonio, il cui nome anagrafico è Fernando de Bulloes y Taveira de Azevedo, nasce a Lisbona nel 1195, da una famiglia ricca e nobile. Si unisce dapprima ai canonici regolari agostiniani di Coimbra, poi decide di entrare nell'ordine francescano e di partire missionario per l'Africa. Ritornato dall'Africa, il suo posto è sui pulpiti delle chiese, nelle piazze delle città e sulle spiagge, per annunciare la Parola di Dio a tutti. Al centro delle sue prediche trascinanti, che conquistano il cuore di tutti e conducono alla fede anche i più ostinati nemici del Signore, c'è sempre una battaglia verbale contro gli eretici dell'epoca, catari, albigesi e valdesi. Antonio muore nel 1231. Oltre che essere il patrono di Lisbona, è invocato per il ritrovamento degli oggetti smarriti; contro la febbre e le malattie del bestiame; contro i naufragi e le miserie della guerra. (a. effe)

Altri santi: S. Alice, S. Aventino

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Incredibile

improbabile (agg.), assurdo (agg.), inammissibile (agg.), inattendibile (agg.), inconcepibile (agg.), inverosimile (agg.), strano (agg.), mirabolante (agg.), miracolistico (agg.), stupefacente (agg.), sovrumano (agg.), straordinario (agg.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Il lavoro mi uccide: mi tirano giù dal letto a tutte le ore della notte per accogliere le dimissioni dei primi ministri.»

Vincent Auriol