Il Santo del giorno 15 Agosto

a cura di Edizioni Paoline

B. Vincenzo Soler e Compagni Martiri

Martiri della perseguzione spagnola del 1936

E' uno dei sette Agostiniani Recolletti uccisi in odio alla fede durante la persecuzione spagnola del 1936. Vincenzo e gli altri provengono da famiglie di forte tradizione cristiana; sono uomini semplici, lontani dagli intrighi politici, dediti al loro ministero e desiderosi soltanto della loro perfezione religiosa e della salvezza delle anime. Padre Vincenzo è un religioso esemplare, dotato di sensibilità sociale e amico dei poveri. Guida per cinque anni la Provincia agostiniana recolletta di Andalusia e nel 1926 è eletto Priore Generale dell'Ordine. La sua vita e il suo apostolato si riassumono nello zelo sacerdotale e nell'amore alla Vergine, a S. Giuseppe e al Sacro Cuore. Durante la persecuzione spagnola, riesce a eludere la sorveglianza dei soldati, nascondendosi fino al 29 luglio, quando è scoperto e portato in carcere. Qui può far pregare i prigionieri, infondere loro coraggio intrattenendoli con aneddoti, amministrando i sacramenti e infondendo pace. Chiede di sostituirsi a un prigioniero, padre di famiglia, ma la sua richiesta non viene accolta. Muore fucilato con altri diciotto prigionieri all'alba del 15 agosto 1936. Questi martiri sono beatificati da Giovanni Paolo II il 7 marzo 1999.

Altri santi: S. Tarcisio, S. Stanislao Kostka, S. Simpliciano, S. Manuel Morales

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Illuminare

rischiarare (v.tr.), diffondere luce (v.tr.), fare brillare (v.tr.), rallegrare (v.tr.), ravvivare (v.tr.), vivacizzare (v.tr.), rendere radioso (v.tr.), allietare (v.tr.), insegnare (v.tr.), istruire (v.tr.), informare (v.tr.), mettere al corrente (v.tr.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Chi giace sui binari della storia deve aspettare di trovarsi con le gambe amputate.»

Rude Pravo