Il Santo del giorno 30 Aprile

a cura di Edizioni Paoline

S. Giuseppe Benedetto Cottolengo, sacerdote

Il Santo della Divina Provvidenza

Nasce a Bra, in Piemonte, nel 1786. Divenuto sacerdote, nel 1828 fonda, a Torino, una casa per malati, poveri e diseredati. Fonda inoltre parecchie congregazioni caritative, alle quali affida il compito di occuparsi dei più poveri della società. Canonico della chiesa torinese del Corpus Domini, apre lì vicino una piccola casa per accogliervi i poveri e gli ammalati che nessuno vuole. La piccola Casa della divina Provvidenza, trasferita poco dopo nella sede definitiva, si trasforma in un vero centro sociale, un quartiere della carità comprendente ospedali, asili, ricoveri, orfanatrofi, scuole e officine. Il santo fa leva unicamente sull'aiuto quotidiano della Provvidenza che non viene mai meno; per questo, a ragione, è chiamato 'il santo della divina Provvidenza'. Non è un manager, ma un umile prete di intensa preghiera e spiritualità. Muore il 30 aprile del 1842. E' canonizzato da Pio XI il 19 marzo del 1934.

Altri santi: S. Pio V, S. Sofia di Fermo, S. Lorenzo, S. Ludovico

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Sbagliato

errato (agg.), scorretto (agg.), erroneo (agg.), inesatto (agg.), impreciso (agg.), imperfetto (agg.), mancato (agg.), malfatto (agg.), fatto male (agg.), realizzato male (agg.), inadatto (agg.), inadeguato (agg.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Senza la libertà di biasimare, non esiste elogio lusinghiero.»

Pierre Augustin Caron de Beaumarchais