Il Santo del giorno 16 Novembre

a cura di Edizioni Paoline

S. Giuseppe Moscati, medico

Laico che vive di scienza e di fede

Nasce il 25 luglio 1880 a Benevento. Nel 1897 consegue la licenza liceale e si iscrive alla facoltà di medicina, conseguendo la laurea il 4 agosto 1903. Negli anni successivi intraprende una brillante carriera medica e d'insegnamento, pur rifiutando la cattedra ordinaria nell'università per rimanere vicino agli ammalati. Moscati è un laico che vive di scienza e di fede. Come scienziato dedica il suo impegno allo studio, all'insegnamento, alla cura dei malati, avendo a cuore soprattutto la loro dignità. Come uomo di fede egli ama profondamente la verità, ama Dio che è la verità stessa. Il connubio tra fede e scienza in Moscati evidenzia comunque un uomo impegnato, che ha a cuore la situazione, soprattutto ospedaliera, della città di Napoli. Moscati è un laico in camice bianco che sa vivere intensamente il proprio tempo alla luce del Vangelo nel mondo universitario e nella pratica medica quotidiana. Muore il 12 aprile 1927, a soli 47 anni. Beatificato da Paolo VI nel novembre 1975, viene proclamato santo da Giovanni Paolo II il 25 ottobre 1987.

Altri santi: S. Margherita di Scozia, S. Geltrude, S. Agnese di Assisi, S. Patroclo

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Arrabbiato

idrofobo (agg.), rabbioso (agg.), adirato (agg.), irato (agg.), infuriato (agg.), furioso (agg.), furibondo (agg.), furente (agg.), irritato (agg.), imbestialito (agg.), stizzito (agg.), incavolato (agg.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Preferisci un danno a un ingiusto guadagno: il primo addolora una volta, il secondo per tutta la vita.»

Chilone