Il Santo del giorno 18 Febbraio

a cura di Edizioni Paoline

S. Simeone, vescovo e martire

Vescovo di Gerusalemme

Fu chiamato a succedere a San Giacomo il Minore nella sede episcopale di Gerusalemme, che resse per ben quarantatre anni. Ebbe la ventura di assistere all'avverarsi della profezia di Gesù sulla tragica distruzione di Gerusalemme nel 70. Morì nel 107 a 120 anni. Alle prime avvisaglie dell'intervento romano su Gerusalemme il vescovo Simeone seguì la comunità cristiana a Pella, per tornare poi alla sede devastata, in una città in cui non era rimasta 'pietra su pietra'. La persecuzione neroniana aveva colpito soltanto i cristiani di Roma, ai quali l'imperatore aveva addossato la colpa dell'incendio dell'Urbe. La persecuzione di Traiano invece colpisce i cristiani in tutto l'Impero, perchè trovava pericoloso il messaggio evangelico da essi vissuto e predicato. Fra le vittime di questa persecuzione troviamo il vecchio vescovo di Gerusalemme, Simeone, che viene condannato alla crocifissione.

Altri santi: S. Flaviano, S. Claudio, B. Geltrude

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Criticare

esaminare (v.tr.), valutare (v.tr.), analizzare (v.tr.), giudicare (v.tr.), disapprovare (v.tr.), rimproverare (v.tr.), biasimare (v.tr.), riprendere (v.tr.), rivedere (v.tr.), attaccare (v.tr.), condannare (v.tr.), censurare (v.tr.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«La verità non é ciò che si direbbe una buona, gentile e fine fanciulla. »

Oscar Wilde