Il Santo del giorno 27 Novembre

a cura di Edizioni Paoline

S. Francesco Antonio Fasani, francescano

E' chiamato il santo dei poveri

Nasce a Lucera il 6 agosto 1681, da famiglia di agricoltori. Il 23 agosto 1695 entra nel convento dei Frati Minori conventuali a Monte S. Angelo sul Gargano. Terminati gli studi e completata la sua formazione, diviene presbitero il 19 settembre 1705. Il 27 giugno 1709 si laurea in teologia. Dopo varie esperienze come superiore, dal 1720 al 1723 svolge l'incarico di provinciale. Alternando l'impegno nella predicazione con quello dello studio per la pastorale, svolge efficacemente il suo ministero per tutto il resto della sua vita. Muore a Lucera il 29 novembre 1742. E' considerato l''Apostolo della sua terra', per aver svolto la propria efficace opera di predicazione soprattutto nella Capitanata e nelle zone confinanti. Scrive anche varie opere destinate per lo più ai confratelli. Caritatevole verso i poveri e i sofferenti, si dedica anche all'assistenza spirituale dei carcerati e dei condannati. Già in vita gode della stima popolare ed è chiamato 'il santo dei poveri'. Aperto il processo di beatificazione nel 1746, è beatificato da Pio XII nel 1951 e canonizzato da Giovanni Paolo II il 13 aprile 1986.

Altri santi: S. Virgilio, S. Teodosio, S. Valeriano, Sant'Apollinare, S. Giacomo, S. Primitivo

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Nuotare

muoversi in acqua (v.intr.), spostarsi in acqua (v.intr.), andare a nuoto (v.intr.), essere immerso (v.intr.), sguazzare (v.intr.), galleggiare (v.intr.), percorrere a nuoto (v.tr.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Pensa da uomo d'azione e agisci da uomo di pensiero.»

Henri Louis Bergson