Il Santo del giorno 24 Novembre

a cura di Edizioni Paoline

Ss. Martiri del Vietnam

Martiri per difendere il Vangelo

Intorno al 1800 una persecuzione più dura delle precedenti colpisce i cristiani di Tonchino e si contano molte vittime. Molti muoiono per sostenere la causa del Vangelo e difendere i diritti della persona umana. Nella Pasqua del 1615 giungono a Tourane, nel Vietnam, due gesuiti, seguiti più tardi da Alessandro de Rhodes, ritenuto l'autentico fondatore della Chiesa nel Vietnam. Dopo un breve periodo di tranquillità, iniziano le persecuzioni contro i cristiani per motivi sia economico-politici sia a causa della loro dottrina, così differente dalle tradizioni locali. Passati nel 1627 più a nord, i cristiani si diffondono nel Tonchino ma, a causa dell'invito alla monogamia e con l'accusa di distruggere le statue sacre, devono nel 1644 lasciare il Paese. Inizia quindi un'aperta persecuzione contro i cristiani che, nonostante una rilevante espansione, dovranno contare trentamila vittime fino al 1802 e, nel periodo successivo al 1820, altre settantamila. La libertà religiosa viene reintrodotta solo con l'intervento della Francia nel 1862. Vi sono state nel tempo varie beatificazioni di questi martiri: nel 1766 da Clemente XIII, nel 1809 da Pio VII, nel 1843 e nel 1857 da Pio IX. E infine, il 19 giugno 1988, il papa Giovanni Paolo II ha canonizzato altri centodiciassette martiri del Vietnam. Fra loro vi sono dieci appartenenti alle Missioni Estere di Parigi, undici domenicani spagnoli, trentasette sacerdoti vietnamiti e otto vescovi.

Altri santi: S. Firmina, Ss. Flora e Maria, S. Francesco, S. Girolamo, S. Marta, Sant'Ignazio

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Brutto

goffo (agg.), disarmonico (agg.), sproporzionato (agg.), deforme (agg.), mostruoso (agg.), malfatto (agg.), sgraziato (agg.), antiestetico (agg.), orrido (agg.), orrendo (agg.), orribile (agg.), orripilante (agg.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Non vorrei mai diventare un uomo anziano. Per me, essere vecchi significa avere quindici anni in più di quelli che si hanno in realtà.»

Bernard M. Baruch